Pozzuoli, turisti piemontesi derubati: l’omaggio del sindaco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:28

Una famiglia originaria del Piemonte è stata privata dei propri effetti durante una vacanza a Pozzuoli. L’amministrazione comunale ha pensato gentilmente di riparare la situazione

Pozzuoli, furto
Fonte – Tgcom24

Tutto bene quel che finisce bene. Una vicenda che di primo impatto poteva sembrare davvero triste si è conclusa con un lieto fine decisamente sorprendente. Una famiglia piemontese (per l’esattezza di Cuneo) composta da madre, padre e figlio di 13 anni è stata vittima di un furto mentre era in visita al vulcano Solfatara a Pozzuoli in provincia di Napoli.

Ai malcapitati è stato sottratto lo zaino con all’interno soldi e documenti personali. O meglio lo hanno dimenticato su un muretto e se ne sono accorti pochi minuti dopo. Quando sono tornati sul posto per cercare di recuperarlo ecco la “sorpresa”: lo zaino era stato svuotato e gettato pochi metri più avanti tra l’erba alta. Una disavventura come tante, che purtroppo nel 2020 ancora capitano. Stavolta però dopo il danno non è arrivata la beffa, bensì un aiuto concreto e decisamente gradito da parte dei turisti.

Pozzuoli: l’intervento del sindaco dopo il furto

Pozzuoli
Fonte Instagram – @jammanapoli

Il sindaco della cittadina campana Vincenzo Figliolia e l’assessore al Turismo hanno deciso di mobilitarsi in soccorso dei visitatori provenienti dal nord. Immediato l’appello sui social network per ritrovare i documenti e i biglietti del treno per tornare a Cuneo. Inoltre l’amministrazione comunale pozzolana ha deciso di invitare la famiglia a pranzo a proprio spese, per permettere loro di vivere serenamente il resto della vacanza.

Questo è il sud, caratterizzato da tante contraddizioni, ma da un cuore grande che lo contraddistingue sia in Italia che nel mondo. Certi episodi però è bene rimarcarlo possono accadere in ogni angolo del globo, dunque bisogna mettere da parte i luoghi comuni che vedono la parte bassa dello stivale come capro espiatorio in tal senso.

La famiglia in questione seppur priva di alcuni importanti oggetti, tornerà sicuramente a casa con il cuore pieno e con la consapevolezza che nonostante tutto il meridione è sempre pronto a tendere una mano verso il prossimo.

LEGGI ANCHE >>> A Roma fa caldo e i cinghiali sanno come rinfrescarsi

LEGGI ANCHE >>> Parma, tragedia sfiorata, tunisino cerca di far deragliare treno