Napoli prima in Italia: arrivano le cabine anti-coronavirus

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:19

Primo aeroporto in Italia, Capodichino si è dotato di cabine per la sanificazione anti coronavirus. Pochi secondi, una spruzzata, ed è tutto finito.

Un record invidiabile per Napoli: l’aeroporto Capodichino è il primo in Italia ad essersi dotato di cabine di sanificazione.

Cosa succede ora: il passeggero viene igienizzato con uno spray che sanifica la persona e i effetti personali, il processo dura pochi secondi.

Le prime due sono state posizionate nell’area delle partenze. Nelle prossime settimane verranno installate anche nell’ospedale Pascale.

Capodichino, dunque, si attrezza per primo ed è il primo scalo italiano ad avere installato questo tipo di cabine, per garantire la disinfezione dei viaggiatori e dei loro vestiti prima dell’imbarco.

Il dispositivo la forma di una cabina vera e propria attraverso la quale viene fatto passare il viaggiatore, spruzza uno spray sanificante e germicida che è innocuo per i passeggeri e non danneggia i tessuti o altri oggetti.

Dopo pochi secondi, il passeggero prosegue verso l’area delle partenze. Il video che mostra il funzionamento è stato pubblicato su Facebook dalla Sanitationbooth, l’azienda che ha prodotto e installato le cabine.

Napoli prima in Italia: arrivano le cabine di sanificazione

Apparecchiature che funzionano seguendo lo stesso principio verranno posizionate anche nell’ospedale Pascale di Napoli e serviranno per l’igienizzazione del personale e dell’utenza.

L’aeroporto di Capodichino, così come gli altri scali italiani, ha riaperto il 3 giugno scorso, quando è terminato il periodo di lockdown obbligatorio richiesto dal decreto ministeriale a causa della pandemia di coronavirus.

Oltre alla cabina di sanificazione, restano in vigore le norme che erano state introdotte per limitare il contagio da Sars-Cov-2, ovvero: a tutti i passeggeri in partenza e in arrivo viene misurata la temperatura col termoscanner e non viene consentito l’ingresso al terminal in caso sia superiore a 37,5 gradi, inoltre è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri passeggeri e dagli operatori aeroportuali.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, bollettino 29 giugno: il peggio ormai è alle spalle

LEGGI ANCHE -> Speranza: Il vaccino dovrebbe arrivare entro la fine dell’anno