Matteo Salvini: “Pd e Iv si divertono ad Ischia mentre i migranti triplicano”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:32

Parole dure quelle dell’ex Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, per i politici visti in barca al largo di Ischia, mentre la situazione italiana preoccupa

Matteo Salvini: "Pd e Iv si divertono ad Ischia mentre i migranti triplicano"
Migranti in arrivo in Italia (Fonte foto: Getty Images)

Non vive di certo un momento positivo l’Italia, per quanto riguarda il fronte accoglienza migranti. Sbarchi triplicati, fughe dagli hotspot, la situazione dell’immigrazione non sembra essere governata al meglio in questo momento, per quanto riguarda il Paese.

Tra chi scappa e fa perdere le proprie tracce tra l’altro, il rischio che qualcuno di incontrollato possa aver contratto il Coronavirus, con la possibilità di portarlo in giro. E a lamentarsi è stato Matteo Salvini: secondo lui, chi dovrebbe occuparsene, preferisce divertirsi in vacanza.

Salvini parla di: “Sbarchi triplicati rispetto all’anno scorso, con i clandestini che vengono recuperati perfino in prossimità delle acque maltesi, mentre Lampedusa è al collasso”.

Salvini sbotta: “Situazione migranti fuori controllo”

Matteo Salvini (Fonte foto: Getty Images)

“Ormai da un anno nessun parlamentare della maggioranza organizza gite per incontrare i finti profughi: ora Pd ed Iv preferiscono divertirsi in motoscafo al largo di Ischia”. Sbotta così, l’ex Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, facendo leva su una situazione che pare sfuggire sempre di più al Paese. Un esempio, proprio della giornata di ieri, la fuga di ben 180 persone, scappate dal centro di accoglienza di Caltanissetta.

Almeno 120 sono state bloccate dalla polizia e messe in quarantena, ma non basta. Salvini, dal canto suo, si riferiva in particolare a Maria Elena Boschi, che si è fatta ritrarre in una foto che la vede appunto, in costume da bagno al largo della bella Ischia, isola citata non per caso.

Ma il segretario federale della Lega Nord ne ha per tutti, pochi giorni fa, ebbe parole non al miele anche per Totò Martello, sindaco di Lampedusa, definendo le minacce di quest’ultimo: “Lacrime di coccodrillo”, affermando: Noi difendiamo i pescatori, gli imprenditori e i lavoratori di Lampedusa stufi di un’invasione senza precedenti, che l’anno scorso avevamo fermato”.

LEGGI ANCHE>>> L’ultima idea di Raggi: 10mila € ai Rom che lasciano il campo

LEGGI ANCHE>>> Rom ‘offre’ un bambino di 2 anni in cambio di soldi a Ostia