Rocco Hunt, chi è? Età, altezza, carriera e vita privata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02

Andiamo a scoprire i particolari sulla carriera e la vita privata del rapper napoletano Rocco Hunt, vincitore a Sanremo Nuove Proposte nel 2014

Rocco Hunt
Fonte Instagram – @poetaurbano

In molti si ricordano di lui per l’affermazione al Festival di Sanremo 2014 nella sezione “Nuove Proposte” con il brano “Nu juorno buono” dedicato al meridione, in particolar modo alla sua regione di appartenenza.

Da allora ne ha fatta di strada e si è ritagliato uno spazio importante in un mondo notoriamente impervio come quello musicale. Andiamo a ripercorrere le tappe più importanti del suo percorso artistico, ma anche dei particolari più rilevanti della sua vita lontano dai riflettori.

Rocco Hunt età e altezza

Il suo vero nome è Rocco Pagliarulo ed nato a Salerno il 21 novembre del 1994 e fin dall’età di 11 anni ha iniziato a familiarizzare con la musica. Inizialmente aveva scelto lo pseudonimo di Rocco MC per poi passare a Rocco Hunt nel 2010. Nello stesso anno pubblica il mixtape d’esordio “A music è speranz” attraverso l’etichetta indipendente Dint Recordz. 

Prosegue poi con Spiraglio di periferia, prodotto al quale hanno collaborato artisti del calibro di Clementino e Ntò. Successivamente si cimenta in alcuni inediti che hanno avuto un discreto successo.

Rocco Hunt canzoni

Nel 2013 arriva la firma con la Sony Music con cui pubblica Poeta Urbano il suo primo vero album ufficiale. Tra i singoli estratti più importanti figurano Io posso, Fammi vivere e L’ammore overo. La svolta avviene grazie al successo a Sanremo nel 2014 grazie a Nu juorno buono, primo brano hip hop a trionfare nella sezione Nuove proposte della rassegna musicale nazionale.

La vetrina nazionale gli ha permesso di poter proseguire brillantemente la carriera. Per questo ha pubblicato altri 3 album, A’ verità nel 2014, SignorHunt nel 2015 e Libertà nel 2019. Nel corso degli anni ha avuto l’onore di poter collaborare con cantanti del calibro di Eros Ramazzotti, Federico Zampaglione ed Enzo Avitabile. 

Lo scorso anno aveva lanciato la notizia shock del ritiro dalla scena (per via delle troppe pressioni) per poi ritrattare dopo pochi giorni e riproporsi anche meglio di prima.

Rocco Hunt fidanzata, figlio

Rocco Hunt
Fonte Instagram – @poetaurbano

Della sua compagna non si conosce molto, ma pare che siano molto uniti. D’altronde dal loro amore è nato il piccolo Giovanni il 19 marzo 2017. Un evento che ha cambiato la vita di Hunt, che si è subito cimentato alla grande nell’importante ruolo di padre. Una responsabilità che non gli è pesata per niente nonostante sia diventato padre ad appena 23 anni.

Rocco Hunt frasi

Dalle sue canzoni sono state estratte delle frasi che lo hanno reso celebre e che lo contraddistinguono rispetto ad altri colleghi. Ecco quali sono le più belle e rinomate.

  • Dite a quel treno che passa solo una volta nella vita che c’ho i biglietti prenotati di un volo (Niente da bere);
  • Le persone sono come il vento e tu forse sei l’esempio (Replay);
  • E non pensare a ciò che vuoi, pensa sempre a ciò che hai (Credi).

Rocco Hunt e Ana Mena testo

Rocco Hunt
Fonte Instagram – @poetaurbano

Il 2020 nonostante sia stato un anno difficile per i cantanti, ha pubblicato Sultant’ a mia il 3 giugno e soprattutto A un passo dalla Luna in collaborazione con la cantante a attrice spagnola Ana Mena. Il pezzo dal ritmo latino è subito diventato uno dei tormentoni dell’estate. Una sorta di inno alla libertà di cui siamo stati privati negli scorsi mesi, per questo lo stesso Hunt in sede di presentazione ha affermato: “Vogliamo portarvi un po’ di serenità, dopo questi mesi difficili. Fatela diventare la colonna sonora della vostra estate”.

LEGGI ANCHE >>> Rocco Hunt abbandona la musica: l’annuncio su Instagram

LEGGI ANCHE >>> Made in Sud, chi è il comico imitatore di Maria De Filippi?