Covid-party: contagiarsi per sviluppare l’immunità, la nuova moda dei giovani

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:06

Sta facendo discutere una nuova moda diffusa tra i giovani che, attraverso i Covid-party, intendono contagiarsi e sviluppare l’immunità: cresce l’allarme

Covid-party per sviluppare l'immunità: paura per la moda tra i giovani
Party (fonte foto: Pixabay)

Sale l’allarme lanciato dalle autorità negli Stati Uniti d’America in seguito alla diffusione di una nuova pratica, una vera e propria moda tra i giovani legata al Coronavirus: riunirsi in quelli che sono stati definiti Covid-party per favorire il contagio e sviluppare l’immunità.

Stando proprio a quanto segnalato dalle autorità infatti, sembra che nei suddetti party, tra gli invitati, ci siano sia le persone positive al virus, quindi i contagiati, che i non contagiati. Il fine ultimo di tale pratica sarebbe quello di ottenere il contagio, sviluppare gli anticorpi e in seguito tornare poi alla vita di sempre.

Mentre in Italia si continua a discutere delle notizie relative alla cura con il plasma, insomma, negli Stati Uniti starebbe prendendo il via questa pratica pericolosa che mette in allarme tutto il Paese.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coronavirus, Burioni annuncia: “Primo vaccino che funziona”

COVID-PARTY, LA MODA CHE SPAVENTA GLI STATI UNITI: LA RAGIONE DI TALE PRATICA

Covid-party per sviluppare l'immunità: paura per la moda tra i giovani
Coronavirus (fonte foto: Pixabay)

Fa crescere l’allarme e crea tanta discussione, la notizia che arriva dagli Stati Uniti d’America in merito ad una nuova moda, molto preoccupante, diffusasi tra i giovani e legata al Coronavirus: il Covidparty.

Stando a quanto riportato dai giornali locali, questa tendenza si starebbe registrando soprattutto nello stato di Washington, e a tal riguardo arrivano le parole di Meghan DeBolt, la direttrice dell’assessorato alla Sanità di Walla Walla, che decine “inaccettabile e irresponsabile esporsi liberamente al contagio“.

Una pratica che, tra l’altro, non è nuova negli States. Basti pensare alla “festa della varicella”, a cui partecipano i figli portati dai genitori.

Ma come è nata questa idea pericolosa? Sembra che lo scoppio di questa moda sia collegato all’idea diffusasi legata ai passaporti d’immunità, ossia un documento che attesterebbe l’assenza di rischio contagi e che dunque permetterebbe a tutti coloro che ne entrerebbero in possesso, di spostarsi, viaggiare e lavorare con più velocità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Coronavirus vaccino italiano: gli anticorpi funzionano contro il virus

Tale pratica è ovviamente sconsigliata dalle autorità che ne hanno dato l’allarme, poiché il rischio che persone vulnerabili entrino in contatto poi con i giovani contagiati è molto alto e ciò rappresenta un pericolo per la salute.