Coronavirus De Donno, dalla notizia della cura con il plasma allo stop del suo profilo FB

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:01

Coronavirus sconfitto con il plasma iperimmune, è questa la teoria elaborata dal primario Giuseppe De Donno alle Iene, ma poi scompare dai social.

Coronavirus
foto facebook fan page Giuseppe De Donno

Le Iene nella puntata andata in onda martedì hanno incontrato il primario dell’Ospedale di Mantova Giuseppe De Donno che ha spiegato come potrebbe funzionare questo tipo di terapia.

Fin qui tutto bene, se non fosse che dopo l’intervista andata in onda su Italia Uno, i suoi profili facebook sono spariti o almeno sono stati disattivati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: LE NUOVE REGOLE PER ANDARE A MARE: TERMOSCANNER E DISTANZA

Coronavirus, il primario di Mantova lo cura con il plasma e poi sparisce

Coronavirus
foto facebook fan page Giuseppe De Donno

Coronavirus è stato uno degli argomenti trattati nella puntata delle Iene, andata in onda martedì con il servizio di Alessandro Politi e Marco Fubini che hanno incontrato il primario dell’Ospedale di Mantova, Giuseppe De Donno.

Quello che è stato reso noto dal servizio del programma di Italia Uno è questa idea del professore che anzichè aspettare il vaccino, che arriverà tra un anno, si è messo a lavorare su un tipo di plasma iperimmune, ovvero il plasma delle persone guarite dal Covid 19 che ha gli anticorpi contro la malattia. Il senso è questo: gli anticorpi una volta iniettati nel sangue, potrebbero aiutare il corpo a sconfiggere il virus.

Quello che però non è chiaro è il motivo per cui subito dopo la messa in onda della puntata, i profili suoi di facebook siano stati disattivati. Il tutto è cominciato con lo scontro tra il primario De Donno e Roberto Burioni, i secondo ammetteva: “È qualcosa di serio e già utilizzato”. “Il signor scienziato si è accorto in ritardo del plasma iperimmune. Lui sta in tv, noi lavoriamo” questa la risposta del primario.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: FASE 2: CHIESA E MESSE APERTE AI FEDELI

“Con queste trasfusioni sono in via di guarigione 48 pazienti e ad altri 10 è stato chiesto di fare altrettanto, che è l’unica terapia mirata in questo momento” ammetteva De Donno in onda alle Iene.

Ad ogni modo, la cosa certa è che dopo poche ore i suoi profili social in particolare facebook sono risultati disattivati, come lo sono ancor adesso. Cosa sarà successo?