Stefano De Martino in difesa dei meridionali sulla provocazione di Vittorio Feltri

Anche Stefano De Martino si è inserito nella polemica scatenata dal girnalista Vittorio Feltri, replicando che le sue affermazioni sono ferme al 1800.

Stefano De Martino
Stefano De Martino (fonte da gettyimages)

Diciamolo, Vittorio Feltri questa volta ha davvero esagerato e giustamente su di lui si è scatenata una bufera. Le affermazioni che ha rilasciato durante il programma Fuori dal coro, condotto da Mario Giordano, sono rimaste impresse nella mente degli italiani.

La replica da parte di più fronti è stata immediata. Tanto che in molti hanno annunciato di prendere seri provvedimenti contro il giornalista. Ovviamente anche il mondo della televisione ha voluto dire la sua e uno dei suoi rappresentanti, Stefano De Martino, non ha usato mezzi termini.

Anzi l’ex ballerino di Amici è anche ricorso argutamente alla storia, citando addirittura il cancelliere austriaco Matternich.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – VITTORIO FELTRI CONTRO LA PUGLIA:”CONTE BEN VESTITO NONOSTANTE SIA DI FOGGIA”

Stefano De Martino bacchetta Vittorio Feltri: “I meridionali sono inferiori? Lui è rimasto al 1800”

feltri
Getty Images

Che Vittorio Feltri sia un personaggio alquanto discutibile, è noto da parecchio tempo. Ma con la sua ultima dichiarazione ha davvero dato il meglio di sé.

“Molta gente è nutrita da un sentimento di invidia o di rabbia nei nostri confronti, perché subisce una sorta di complesso di inferiorità. Io non credo ai complessi di inferiorità, credo che i meridionali in molti casi siano inferiori

A parte che è inaccettabile che nel 2020 un giornalista e per di più, direttore di un quotidiano, pronunci queste parole; pare però che più di qualcuno si sia scagliato contro di lui.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – VITTORIO FELTRI: PAROLE ASSURDE CONTRO IL SUD, L’OFFESA AI MERIDIONALI

Tra questi c’è anche Stefano De Martino che su Facebook ha scritto un post in cui con arguzia cita il cancelliere austriaco Matternich. In un periodo storico in cui tutta l’Italia veniva beffeggiata dagli altri Paesi. Queste le parole che scrive de Martino:

Io mi ricordo poche cose della storia a scuola ma mi stava antipatico Metternich, un cancelliere austriaco dell’800 che per disprezzare l’Italia disse “L’Italia è solo un’espressione geografica”, volendo intendere che, essendo divisa in tanti piccoli stati e staterelli, sempre occupati a litigare fra loro, non poteva avere nessuna considerazione.

Ora a sentire certe dichiarazioni mi sembra che più di qualcuno sia rimasto fermo al 1800 io, sinceramente, voglio guardare avanti”.

Be’ che dire, una risposta per le righe che fa molto riflettere