Allenare i tricipiti in quarantena è possibile? Consigli per farlo al meglio

Durante questi lunghi giorni di quarantena tutti noi proviamo a tenerci in forma, ma come possiamo allenare i tricipiti: ecco alcuni consigli utili

Allenare i tricipiti in quarantena è possibile? Consigli per farlo al meglio
Allenamenti, Fonte foto: Pixabay

In questi lunghissimi giorni di quarantena tutti noi proviamo a tenerci in allenamento dal momento che non possiamo fare sport e in alcune regioni italiane non è permesso nemmeno il jogging.

Oltre ad allenare glutei, cosce ed addome, cerchiamo anche di tenere i nostri tricipiti tonici ed in forma soprattutto perché, anche se non ce ne rendiamo conto, questi muscoli sono tra quelli più utilizzati.

Anche se ci troviamo in casa possiamo allenare il tricipite con una semplice sedia: ecco come fare e soprattutto qual è la giusta posizione da tenere per evitare danni.

Tutti noi abbiamo una sedia in casa per poter far lavorare le nostre braccia. I vari passaggi sono molto semplici, infatti, basterà sederci sul bordo della sedia con le mani accanto al bacino e le dita rivolte verso i glutei.

Dopo esserci posizionati dobbiamo soltanto spostare i piedi un po’ in avanti insieme ai glutei. Unico accorgimento è quello di tenere le braccia ben tese durante l’esercizio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> COME PRENDERE IL SOLE ANCHE SE SEI IN CASA: ECCO ALCUNI CONSIGLI PRATICI

Allenare i tricipiti in quarantena è possibile: ma come possiamo farlo al meglio?

Allenare i tricipiti in quarantena è possibile? Consigli per farlo al meglio
Yoga, Fonte foto: Pixabay

Allenare i nostri tricipiti durante questi lunghissimi giorni di quarantena è possibile, infatti, ci basterà soltanto una sedia e alcuni consigli per far si che gli esercizi siano efficaci e giusti.

  1. Il primo passo da fare è quello di mantenere i gomiti stretti ed entrambe le braccia parallele.
  2. Durante la fase di discesa dobbiamo inspirare. Mentre scendiamo con le braccia ricordiamoci la postura, questa infatti deve essere il più verticale possibile.
  3. L’esercizio di discesa terminerà nel momento in cui il nostro polso e il nostro gomito arriveranno a limite. Non vi è alcun bisogno di sforzarsi oppure sforzare le nostre articolazioni, il movimento descritto sarà sufficiente.
  4. Durante la risalita dobbiamo espirare e distendere le braccia in modo da ritornare alla posizione iniziale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> CELLULITE, RIMEDI FAI DA TE: ECCO COME COMBATTERLA ANCHE IN CASA

Questi esercizi, se fatti con costanza, possono essere davvero utili e in più ci terranno occupati per circa una mezz’oretta.