Whatsapp: se lo utilizzi così sei a rischio ban, alzato il livello di attenzione

Ecco i casi in cui whatsapp procede con la chiusura unilaterale degli account. Si tratta di un modo per tutelare gli utenti e garantire una maggior privacy

Whatsapp
WhatsApp (Fonte foto: Getty Images)

Le novità su Whatsapp sono sempre in continua evoluzione. Nell’ultimo periodo ha tenuto banco la dark mode, che di fatto ha spopolato sia nella versione Android che in quella Ios. Le upgrade sulla sicurezza però suscitano un interesse ancora maggiore. D’altronde la gente quando si parla di privacy o di tecniche di “spionaggio” è costantemente con le orecchie drizzate.

Gli sviluppatori sono sempre al lavoro per tutelare le conversazioni degli utenti, che dal canto loro sono spesso critici a riguardo. Per questo la famosa applicazione ha deciso di iniziare una battaglia volta a tutelare i fruitori, punendo coloro che si rendono protagonisti di alcuni comportamenti non idonei con le linee guida decise dai gestori.

LEGGI ANCHE -> WHATSAPP, ECCO IL MODO PER SPIARE GLI ALTRI: IL NUOVO TRUCCO è SERVITO

Whatsapp, i principali rischi di ban: occhio al Covid-19

Whatsapp
Icona di WhatsApp (Fonte foto: tecnoandroid.it)

Un pugno duro senza precedenti, che con tutta probabilità dovrebbe portare a raggiungere l’obiettivo. Nella fattispecie, verranno bannati quegli account di persone che ad esempio inviano messaggi commerciali (spam) attraverso fastidiose catene. Il nuovo sistema permette di individuare chi si rende protagonista in tal senso e di conseguenza gli blocca l’account. Un duro colpo a cui pochi potrebbero sopperire al giorno d’oggi, vista l’importanza sempre più rilevante dell’applicazione di messaggistica istantanea.

LEGGI ANCHE -> WHATSAPP, SCOPRI IL TRUCCHETTO PER RECUPERARE I MESSAGGI ELIMINATI 

Ma non finisce qui. Whatsapp punisce anche i malintenzionati che inviano file infetti tra cui malware e spyware. Per quanto concerne questa casistica, sono stati riscontrati degli ottimi risultati, visto che questo genere di attività è diminuita in maniera drastica.

Infine, al passo con il periodo che stiamo vivendo, l’app verde si è ritrovata a dover fronteggiare le fake news relative al coronavirus. Grazie ad una collaborazione con le singole nazioni, whatsapp si sta impegnando ad scovare chi diffonde notizie errate sulla delicatissima tematica e a chiudergli unilateralmente il profilo senza alcun preavviso. Insomma, si salvi chi può.