Coronavirus: il cane sente la tua ansia. Il VIDEO per tranquillizzarlo

In questi giorni di emergenza dovuti alla pandemia, l’ansia è un sentimento molto frequente. Anche Fido può soffrirne e sentire la tua agitazione

Cani
Cani e uomo, Fonte: Pixabay (https://pixabay.com/it/photos/cane-amicizia-natura-fiducia-1861839/)

Gli studi parlano chiaro: “se il cane è ansioso spesso è colpa del padrone”. Tendenzialmente le persone ansiose e stressate sono proprietarie di cani nervosi e tesi, ma in questo periodo anche le persone più ottimiste possono subire dei cambiamenti e con loro gli amici a quattro zampe.

Una ricerca dell’Università di Vienna ha trattato il complesso tema di questi atteggiamenti. Negli studi sulle reazioni emotive di cani e persone, i ricercatori si basano sui livelli di cortisolo, un ormone che cambia in relazione allo stress che ogni individuo affronta.

Se si guarda in generale alle situazioni emotive e di stress che una persona o un cane sperimentano nella loro vita è importante osservare come i livelli di cortisolo cambiano quando esso è sottoposto ad uno stress prolungato nel tempo.

Hans Selye, endocrinologo Canadese, spiega questo fenomeno in quella che lui chiama Sindrome di Adattamento Generale.

Hans spiega che quando un individuo affronta uno stress, il corpo agisce cercando di auto difendersi rilasciando degli ormoni dello stress, detti corticosteroidi. Tuttavia se lo stress continua per lungo tempo, la capacità del corpo di combatterlo diventa sempre meno forte.

Se in una persona si verificano piccoli cambiamenti nei livelli di questo ormone, siamo di fronte ad un individuo che si è trovato in forti situazioni di ansia e il suo fedele amico non solo se ne accorge, ma ne risente.

A tal proposito è stato condotto uno studio con 132 cani e i loro amici umani. Sono stati prelevati diversi campioni di saliva sia dei proprietari che dei loro amici a quattro zampe per diverse volte, per misurare il livello di ormone dello stress, mentre i cani venivano esposti a delle situazioni per loro nuove in grado di provocare una moderata ansia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – CORONAVIRUS: È POSSIBILE PORTARE IL PROPRIO CANE A FARE I BISOGNI?

Ciò che si è verificato è che il modo in cui l’uomo affronta questa situazione andrà a modellare la personalità e il carattere del proprio animale domestico.

“Se i proprietari sono negativi e pessimisti, i loro cani leggono le loro emozioni e le traducono pensando che il mondo sia qualcosa di pericoloso e si comportano di conseguenza. Quindi di fronte ad un umano pessimista avremo un cane con più difficoltà a gestire lo stress quotidiano”.

Video tratto dal canale Youtube BauBoysTv

L’empatia tra uomo e cane

cane e uomo
La relazione tra cane e uomo (foto Pixabay)

Un’altra considerazione interessante è quella che riguarda le interazioni che avvengono con individui dello stesso sesso o di sesso diverso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE – CANE: QUAL È QUELLO GIUSTO PER TE? IL VIDEO PER CAPIRLO

La ricerca ha infatti dimostrato che cani maschi appartenenti ad una proprietaria donna sono generalmente meno socievoli di cani maschi con proprietari uomini.

Altre ricerche invece sottolineano che solitamente i cani di sesso femminile tendono ad essere più ansiosi e nevrotici.

Da tutto ciò si trae la conclusione che cani maschi appartenenti a proprietari di sesso femminile hanno meno variabilità nei livelli di cortisolo e quindi una risposta meno positiva nel fronteggiare ansia e stress.

Quello che i ricercatori vogliono enfatizzare è che il risultato dei loro studi mostra chiaramente che le caratteristiche sociali e la personalità di cani e proprietari interagiscono profondamente.