Stranger Things 4: iniziate le riprese, c’è anche lui

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:12

Iniziate le riprese per la quarta stagione dell’amatissima serie Netflix, ambientata negli anni ’80. Per ora non sappiamo molto, ma una novità c’è

Stranger Things 4: iniziate le riprese, c'è anche lui
Stranger Things 4 (Fonte foto: dday.com)

Stranger Things, sta per tornare. L’appuntamento è per il 2020, ma ancora non sappiamo il mese in cui sarà disponibile, come per le prime tre serie, sulla piattaforma Netflix.

Undici e i suoi piccoli amici quindi, sono pronti ad affrontare nuove sfide, spesso, collegate a mostri o al paranormale, che li metteranno ancora una volta alla prova.

LEGGI ANCHE: CINEMADAYS 2020, FILM A 3 EURO: DATE E SALE ADERENTI A ROMA E MILANO

LEGGI ANCHE: EMMA MARRONE SI CONFESSA A VERISSIMO: “NON MI SPOSERÒ MAI”

Stranger Things 4, subito importanti novità

Stranger Things 4: iniziate le riprese, c'è anche lui
David Harbour nei panni di Hopper (Fonte foto: themarysue.com)

Pochi mesi fa le prime anticipazioni che non lasciavano trapelare quasi nulla. A settembre, il primo teaser per l’uscita di Stranger Things 4 diceva a chiare lettere agli appassionati, che ora i personaggi non sono più ad Hawkins, città non esistente nella realtà, ambientata in Indiana. Cosa non ci dicevano però, ed i fratelli Duffer sono stati bravi a non smascherarlo, era il perché. Innanzitutto, nel giorno di San Valentino, i produttori della serie, hanno svelato se non ad Hawkins, dove. Beh, stavolta si è andati abbastanza lontani, dagli Stati Uniti stessi, i nostri eroi saranno catapultati in Russia. Il perché era ipotizzabile per i più bravi, che, vedendo la terza serie, avevano creduto che lo sceriffo Hopper non fosse morto.

L’omone, interpretato da David Harbour, è stato infatti catturato ed ora è proprio in Russia, come prigioniero. Hopper quindi è vivo e ci sarà, per la gioia dei fan, ma dovrà liberarsi prima di tanti nemici, umani e non, partendo dalle desolate terre del Kamchatka. Nel frattempo, comunque, accade qualcosa anche in America, per ammissione stessa dei creatori della serie che omaggia i classici fantascientifici anni ’80. “Segreti da tempo sepolti, iniziano a venire in superficie” proprio negli Stati Uniti, “Collegando ogni cosa”. La quarta stagione, è stata annunciata come la più grande e terrificante e non è detto che tutto vada a buon fine, sia per Hopper, che per Undici, i suoi piccoli amici e per la stessa Joyce.