Phishing, i metodi infallibili per riconoscere la truffa della email

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:20

Il Phishing è un fenomeno in continua espansione, ma con alcune tecniche si può sventare ed evitare di essere soggetti a spiacevoli truffe Phishing

Nell’era di internet, in cui siamo codificabili e rintracciabili, le truffe online sono divenute sempre più frequenti. Dai ragazzini agli adulti si presta sempre poca attenzione, spesso si entra in siti non sicuri e si lasciano dati personali e sensibili senza verificare l’autenticità di una determinata pagina web. A tutti è capitato, per ricercare determinati contenuti, di flaggare determinate caselle, dando consensi in maniera distratta, talvolta anche senza leggere, solo per accedere a determinate pagine che permettono di entrare solo dopo aver lasciato i nostri dati o dopo aver dato il nostro permesso.

Un nuovo fenomeno, divenuto oggetto di ricerche vista la sua maggiore frequenza riscontrata, viene definito “phishing“, termine che deriva da “fhishing”, letteralmente (in inglese) “pescare” nella rete di internet. Cosa si pesca? Innanzitutto dati personali, email e password, per poi avere accesso ai dati finanziari e bancari. Dunque, gli utenti ricevono email tramite le quali i criminal hackers riescono ad avere accesso ai vari profili digitali fino ad arrivare ai dati economici.

LEGGI ANCHE -> TRUFFE TELEFONICHE, è BOOM: L’ALLARME DEL COMUNE, TANTE SEGNALAZIONI 

Phishing, come riconoscerlo e come agire per non cadere in trappola

Phishing
Posta elettronica (Fonte Pixabay)

Le tecniche utilizzate dagli hackers sono molto sottili e subdole. Per non cadere nella rete dei criminal haters per prima cosa dovremmo prestare attenzione alle email sospette. In genere, in maniera più scrupolosa, non dovrebbe essere difficile riconoscere che questi messaggi di posta elettronica riportano un logo contraffatto. Queste pagine web sono molto simili a quelle originali: è proprio per questo che un utente distratto va a cliccare su determinati link appositamente posizionati senza alcuna esitazione.

LEGGI ANCHE -> TRUFFE VIA SIM, ATTENZIONE: SMS VI SVUOTA IL CONTO CON QUALSIASI OPERATORE

Se pensiamo di aver ricevuto un’email non affidale, la prima cosa da fare è di verificare l’autenticità dell’indirizzo e, qualora in maniera inconscia, dovessimo cliccare su un link, dobbiamo controllare con scrupolosità nella barra del browser di non essere finiti su indirizzi sospetti e di uscire subito.