Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, stop ai femminicidi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, si scende in piazza per gridare basta ad un fenomeno purtroppo in continua crescita.

Manifestazione contro la violenza sulle donne Italia
Manifestazione contro la violenza sulle donne in Italia (Fonte: Getty Images)

Oggi lunedì 25 novembre 2019 si celebra la Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, un’importante occasione per mettere un focus su uno dei temi più spinosi che riguardano la società moderna.

Da sempre il ruolo della donna nel mondo ha dovuto scontrarsi con quello più avviato e maggiormente preso in considerazione dell’uomo.

La donna ha dovuto farsi strada negli anni per potersi emancipare e ottenere maggiore riconoscimento nelle posizioni lavorative, ma anche nella vita, cercando sempre una via per arrivare ad avere pari diritti e doveri rispetto all’uomo.

Se comunque nel corso del tempo molte cose sono cambiate anche in positivo per le donne, acquisendo rispetto al passato un ruolo più centrale specialmente in molti settori lavorativi, resta comunque forte il ruolo di oggettificazione a cui esse vengono costantemente sottoposte.

Sono purtroppo troppi i casi in cui si parla di femminicidio, di violenza sulle donne, di uomini che abusano del loro potere e della loro forza imponendola sul sesso ritenuto più debole.

La debolezza di cui si parla quando si fa riferimento ad una donna però, non è quella mentale, ma bensì fisica. È infatti chiaro a tutti che un uomo ha mediamente molta più forza fisica rispetto ad una ragazza.

Il problema è che troppo spesso questa maggiore prestanza viene esercitata da alcuni uomini contro le proprie mogli o fidanzate, per cercare di sottometterle al loro volere e alle loro voglie.

Si leggono infatti continuamente casi di violenze subite dalle donne, e di fidanzati e mariti gelosi che rendono la loro vita impossibile o addirittura nel peggiore dei casi pongono fine alle loro esistenze.

Il grido contro una società involuta che genera odio e violenza

Manifestazione contro la violenza sulle donne in Belgio
Manifestazione contro la violenza sulle donne in Belgio (Fonte: Getty Images)

È incredibile però che tutto questo continui ad accadere ancora oggi in una società come la nostra, che sulla carta dovrebbe essere molto più evoluta, ma che purtroppo non lo è per nulla.

Sono in costante aumento i casi di violenza fisica e domestica e si registra nel nostro paese addirittura un caso di stalking o di maltrattamento almeno ogni 15 minuti. Sono numeri spaventosi che dovrebbero far riflette e su cui bisognerebbe che intervenissero i politici che guidano il nostro paese.

Solo nel 2019 sono stati più di 90 i casi di donne uccise dai propri compagni di vita, e si tratta purtroppo di un fenomeno in continua crescita.

È per tale motivo che si rendono non solo utili, ma addirittura vitali, iniziative contro ogni forma di violenza, perché occorre che si mantenga alta l’attenzione su questo tipo di problema e si sensibilizzi il più possibile l’opinione pubblica.