Boeing 737 Max, l’Agenzia europea blocca i voli in tutti i paesi dell’UE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:30
Un Boeing 737 MAX 8 durante un volo di prova

Stop ai Boeing 737 Max: l’Agenzia europea blocca i voli nei cieli di tutti i Paesi dell’Ue dell’aereo coinvolto nell’incidente in Etiopia.

Il Boeing 737 Max 8 non volerà più, almeno temporaneamente, nei cieli europei. L’Agenzia per la sicurezza del trasporto aereo dell’Unione europea (Easa) ha infatti deciso di chiudere lo spazio aereo al velivolo protagonista dell’incidente in Etiopia di domenica 10 marzo. Stop a tutti i voli del Boeing 737 Max 8 e 737 Max 9 in Europa a partire dalle 19. In precedenza, già Italia, Gran Bretagna, Germania, Francia, Irlanda, Austria, Olanda e Belgio avevano messo al bando il velivolo sospettato dell’incidente in Etiopi. Intanto, l’azienda ha annunciato che “entro aprile” procederà all’aggiornamento del software dell’intera flotta dei suoi 737 Max 8. Indonesia.

Boeing 737 Max: lo stop in Italia

“Dalle 21:00 di oggi, visto il perdurare della mancanza di informazioni certe in merito alla dinamica dell’incidente della Ethiopian Airlines, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, per motivi precauzionali, ha disposto la chiusura dello spazio aereo italiano a tutti i voli commerciali operati con aeromobili di questo tipo. In accordo con quanto in corso in Europa, gli aeromobili di questo modello non possono più operare da e per gli aeroporti nazionali fino a nuove comunicazioni”, ha fatto l’Enac in una nota.

LEGGI ANCHE —> ETIOPIA: TRA LE 157 VITTIME DELL’AEREO PRECIPITATO C’È ANCHE L’ASSESSORE TUSA