mollica sanremo parkinson cieco
In qualità di inviato del TG1, Mollica segue il Festival di Sanremo dal 1981

Lo storico cronista di Sanremo Vincenzo Mollica ha raccontato i suoi problemi di salute: “Ho il Parkinson e sono quasi cieco, ma non mi arrendo”.

L’amatissimo giornalista Vincenzo Mollica, intervistato dal Corriere della Sera, ha voluto raccontare agli italiani i suoi problemi di salute. “Le mani che tremano? Quello è il morbo di Parkinson. Non mi faccio mancare nulla. Ho pure il diabete. Sono un abile orchestratore di medicinali”. Affetto da un glaucoma all’età di 7 anni ha iniziato ad avere problemi di vista. Oggi, all’età di 66 anni, il volto storico di Sanremo è quasi completamente cieco ad un occhio e sta perdendo la vista anche nell’altro. Ad aggravare la situazione, anche il morbo di Parkinson. Nonostante i problemi di salute, Vincenzo Mollica è intenzionato a non arrendersi e continuare a lavorare. “Andrea Camilleri mi ha spronato a non abbattermi, a sviluppare gli altri sensi. Ignoro che cosa sia la depressione. Mi sostengono due pilastri: famiglia e lavoro. Nella vita non ho altro».

Vicenzo Mollica: “Sanremo è una festa nazionale”

Vincenzo Mollica è uno dei volti storici di Sanremo. In qualità di inviato del TG1, Mollica ha infatti seguito personalmente il Festival per 38 edizioni a partire dal 1981. A suo parere, Sanremo piace ancora ed è così seguito, nonostante le tante polemiche, perché “è una festa nazionale” in grado di unificare, a modo suo, l’Italia. A proposito di Sanremo, Mollica ha raccontato anche un simpatico aneddoto che lo vede protagonista insieme a Mike Bongiorno. “Una volta Mike disse che io avrei dovuto condurre un festival, prima o poi. La cosa non mi è mai passata per la testa e mai mi passerà. In realtà lo stesso Mike dovette ricredersi, perché una volta mi disse ‘Ma tu fai collegamento in blue jeans e maglione? Così non presenterai mai il festival‘”.

LEGGI ANCHE —> FESTIVAL DI SANREMO: ANNA TATANGELO SI COMMUOVE SUL PALCO DELL’ARISTON

Facebook Comments