Poste Italiane, attenti alla truffa: vi rubano i soldi in pochi secondi

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Di nuovo, i truffatori vestono i panni di Poste Italiane per mettere in atto una truffa. Frode che, in questo caso, si verifica tramite messaggio. Sta colpendo tutta l’Italia, ecco come si realizza.

I tentativi di truffa sono all’ordine del giorno. Ogni utente sa che non può stare affatto tranquillo. In qualsiasi momento può essere raggiunto da una particolare comunicazione. Un momento che può portare a delle conseguenze non semplici. Anzi, molto spesso la perdita di soldi non può essere sottovalutata.

Truffa Poste Italiane
Fonte foto: Adobe Stock

Si ritorna a parlare nuovamente di un tentativo di frode che porta il nome di Poste Italiane. Quanto avviene può causare tantissime vittime. Utenti che vedrebbero il loro conto completamente a secco. Insomma, l’attenzione deve essere massima perché le conseguenze possono essere non facili da sistemare.

Non è la prima volta che sentiamo parlare di una truffa che porta il nome dell’azienda. Come detto, l’attenzione deve essere massima e si deve prestare attenzione al messaggio. Ci sono tanti dettagli che possono fare la differenza. Anche in questo caso, dove il messaggio sta colpendo tutto lo stivale. Andiamo a vedere nello specifico di cosa si tratta e come cercare di attuare delle misure difensive idonee.

Truffa Poste Italiane, il messaggio da considerare: l’ennesima frode che vi svuota il conto

Si ritorna a parlare di una frode che usa il nome di Poste Italiane. Una truffa che può mettere in atto una perdita di denaro abbastanza profonda. Anche in questo caso si parla di un tentativo di phishing. Tale tecnica è conosciutissima e bisogna stare attenti a truffe di questo tipo. Pochi attimi e potremmo essere delle vittime.

Andando nel dettaglio del messaggio strutturato dai truffatori si parla di un’ipotetica anomalia. Questa anomalia riguarda il conto di Poste Italiane o della nostra PostePay. Insieme alla comunicazione troviamo il solito link. Un collegamento ipertestuale che può portare la vittima ad inserire i propri dati. Da quelli anagrafici fino ad arrivare alle informazioni che fanno capo al conto che si ha con l’ente.

Se si immettono i propri dati, non potremmo tornare indietro. La trappola sarà innescata e le informazioni in mano ai truffatori. Cosa che permetterà a loro di agire in maniera totalmente indisturbata nel nostro conto. Come possiamo intuire, tale scenario va assolutamente scongiurato.

Oltre la nostra attenzione dobbiamo sapere che Poste Italiane non manda mai messaggi di questo genere. Quando arriva una comunicazione di questo tipo dobbiamo subito interrogarsi sulla sua veridicità. Come detto, le conseguenze possono essere molto profonde e tutta questa situazione va evitata. In caso di dubbio, rivolgiamoci ai canali ufficiali chiedendo spiegazioni in merito. Solo in quel momento potremmo essere sicuri del messaggio. Così da proseguire con la comunicazione, in caso fosse vera, oppure eliminarla.