A mano o in lavastoviglie: cosa conviene di più per lavare i piatti

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Lavare i piatti a mano o metterli in lavastoviglie? È un dibattito che coinvolge tante persone che si vogliono fare i conti per capire quale dei due consuma meno e quindi conviene di più: ecco che cosa c’è da sapere.

Cosa consuma meno acqua, energia ed è quindi più rispettoso dell’ambiente? La maggior parte delle persone parte da questo presupposto prima di iniziare a decidere come lavare le stoviglie che si utilizzano a colazione, pranzo e cena. Questo perché le famiglie hanno intenzione di risparmiare, in vista di una stagione che non sarà positiva per le bollette.

lavare piatti
fonte foto: AdobeStock

L’elettricità è ancora molto cara e per il momento non da segni di riduzione, anche se è il tema principale per la politica italiana. Prima di vedere se ci saranno presto dei segni di essere ridotta, quello che è certo è che molte famiglie si trovano a dover prendere dei provvedimenti. Poiché purtroppo non possiamo fare altro che protestare, non resta che fare il possibile affinché l’impatto sulla bolletta non sia eccessivo.

E per questo possiamo mettere in pratica piccoli accorgimenti nella quotidianità che a lungo termine ci possono portare a risparmi molto consistenti. Uno di questi è decidere se lavare i piatti a mano o con la lavastoviglie. Un quesito che coinvolge tante persone in quanto la lavastoviglie è un elettrodomestico che consuma molto. Ma anche durante il lavaggio a mano si spreca molta acqua. E quindi qual è più conveniente?

Lavare i piatti a mano o lavastoviglie: ecco dove si risparmia

Ridurre i consumi è l’obiettivo della maggior parte delle persone. Per questo in tanti credono che lavare i piatti a mano possa essere più conveniente che metterli in lavastoviglie. Ma questo non è vero. Come su legge sul portale GreenMe, un recente studio ha rivelato che la lavastoviglie consuma meno. È una cosa positiva sia per l’ambiente che per le nostre tasche. Inoltre, è che si può risparmiare con la lavastoviglie in tantissimi modi.

Per risparmiare devi fare buon uso della tua lavastoviglie ed usarla quindi in modo intelligente. Per prima cosa devi sapere che devi sempre aspettare prima di metterla in azione. Il consiglio utile è quella di usarla a pieno carico e con il programma ECO, poiché, sebbene sia più lungo, ci farà risparmiare il 20% di consumo di elettricità e il 16% di acqua.

In termini di energia i migliori elettrodomestici sono quelli classificati in classe A+++ e nonostante siano più costosi consumano solo 1,3 kilowatt all’ora (Kw/h). Per quanto riguarda il consumo di acqua, ci sono opzioni che utilizzano 19 litri per lavaggio, il che si traduce in una riduzione della bolletta. È inoltre buona norma utilizzarli sempre con i livelli ottimali di sale e brillantante, posizionare bene i piatti e le posate e risciacquare gli avanzi prima di inserirli.

Per chi invece non ha la lavastoviglie e vuole lavare i piatti a mano ci sono anche in questo caso degli accorgimenti da fare per risparmiare. Puoi tagliare i costi se non tieni sempre il rubinetto aperto. Ricorda poi di regolare la pressione dell’acqua ed inserire la giusta temperatura dell’acqua. Poi immergi gli utensili difficili per poterli lavare meglio. Occhi anche alla spesa tra detersivo, pastiglie e sale. Compra quelli che sono in offerta.