Truffa dei buoni benzina, il tranello che mette gli automobilisti in trappola

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Negli ultimi tempi si sta verificando sempre di più la truffa dei buoni benzina che sta colpendo tanti. I criminali adottano un tranello per far cadere le vittime: ecco di che cosa si tratta e come riconoscerla.

La paura che generano i prezzi alle stelle di energia e carburante è un fenomeno che è vissuto non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Purtroppo i costi medi della benzina, che sono balzati ai massimi storici, stanno travolgendo milioni di automobilisti. Tra l’altro sono diventati anche un difficile crocevia politico al quale bisogna intervenire.

truffa buoni benzina
fonte foto: AdobeStock

Proprio per via di questa difficoltà economica e finanziaria che appartiene a molti, le persone sono sempre più alle prese di strategie per cercare di risparmiare il più possibile. È un modo per sopravvivere al caro carburante, che va a braccetto con il caro bollette. Così in molti decidono di affidarsi ai bonus che gli spettano e fidarsi di messaggi che arrivano all’improvviso.

In questo ultimo periodo sta spopolando la truffa dei buoni benzina con la quale i criminali riescono ad aggirare le vittime ed estorcere denaro. In che modo li fanno cadere nel tranello? Il mezzo che usano è WhatsApp, l’app di messaggistica che ormai usano tutte le persone al mondo. È proprio qui che i malintenzionati decidono di mandare un messaggio per informarli che hanno vinto un buono, ma non è così. Andiamo a vedere nel dettaglio.

Truffa dei buoni benzina con WhatsApp: come funziona e come riconoscerla

Abbiamo già specificato come la paura più grande per le persone è quello che riguarda il caro bollette di luce e gas, oltre all’aumento del prezzo del carburante. Si teme che si ritorni al di sopra di 2 euro a litro. Una situazione geopolitica complessa che sta portando tanti criminali ad alimentare questa preoccupazione che appartiene a molti. Proprio in questa situazione c’è l’ennesima truffa che sta spopolando su WhatsApp.

In tanti hanno segnalato sul web e alle autorità di riferimento che in questi ultimi tempi stanno ricevendo dei messaggi sospetti che rivelano che la persona in questione ha vinto dei buoni carburante. Si tratta di messaggi che non corrispondono alla realtà, ma sono mandati per truffare. Gli hacker stanno facendo girare sull’app una serie di coupon da 100 euro utilizzabili per fare benzina o diesel.

È un tranello dove in molti possono caderci, visto che alla vittima viene chiesto di compilare un form nel quale bisogna inserire dei dati personali. Una volta che si finisce di compilare il modulo, i dati vanno a finire nelle mani dei truffatori che possono mettere in pratica dei furti d’identità o rubare denaro. Per evitare di cadere in questo tipo di truffe bisogna sempre stare attenti e vigili su ciò che arriva sul telefono.

In genere, dietro a queste offerte allettanti, c’è sempre una ‘fregatura’ alla quale bisogna prestare una seria attenzione. Un inganno che potrebbe far cadere molti. Per questo motivo è sempre meglio non compilare nulla e cestinare il messaggio ricevuto. Magari sempre dopo aver segnalato alle autorità il tentativo di furto.