Truffe, 5 modi con cui vi rubano i soldi: attenzione a questi momenti

Le truffe sono sempre dietro l’angolo. Con la rete, i criminali utilizzano ogni modo per rubare i soldi dal conto. Ci sono 5 trucchi che sono maggiormente utilizzati. Vediamo quali sono.

Nel corso del tempo abbiamo assistito a tantissime evoluzioni. Anche in ambito illegale, queste non sono mancante. I truffatori, infatti, si sono sempre più adeguati portando alla luce molti modi davvero inaspettati. Un tempo per rubare dei soldi si passava dalla banca. Oggi, invece, tutto passa dalla rete e dal conto personale.

Truffe
Adobe Stock

Come ben sappiamo, in qualsiasi momento può arrivare una trappola mandata dai criminali. Una trappola che se sottovalutata può portare alla perdita totale dei nostri soldi dal conto. Per questo motivo, la guardia è sempre molto alta. Nonostante questo, però, i truffatori continuano a creare nuovi modi per penetrare nel conto della vittima. Ci sono 5 trucchi che sono molto utilizzati ma, in certi casi, poco indagati.

Il mondo della truffa, quindi, è davvero complicato. Ci sono alcune truffe che accadono in pochi secondi e ci cascano in molti. A dimostrazione che in qualsiasi momento potremmo essere al centro di un ambito del genere. Andiamo, quindi, a vedere insieme i 5 trucchi che sono utilizzati dai criminali.

Truffe, i 5 trucchi da considerare: possono arrivare in qualsiasi momento

Se prima, l’attenzione era solo legata alla realtà. Ora i nostri soldi possono sparire anche utilizzando la rete. Come detto, ci sono 5 modi che i criminali utilizzano. Troviamo il phishing, lo smishing, il vishing, lo skimmer e l’hackeraggio.

Molte truffe utilizzano il phishing. Questa tecnica cerca di arrivare ai dati della vittima. Tutto avviene tramite una mail in cui si richiede le credenziali dell’utente. Naturalmente si tratta di una messa in scena che può portare, però, l’utente a crederci. Questa tecnica, però, è ormai molto conosciuta e parzialmente alle spalle.

C’è poi lo smishing. In questo caso dalla mail si passa al SMS. Il messaggio potrebbe sembrare vero ma anche in quel caso è una truffa. Così come nella mail, si chiedono le informazioni della vittima. In questo caso tutto è strutturato per portare la vittima alla diffusione dei dati.

Per quanto riguarda il vishing, invece, si tratta di un tentativo fatto per telefono. Qui, la bravura è tutta legata alla comunicazione del truffatore che si spaccia come operatore di un call center. E, dopo un po’ di conversazione, inizia a chiedere le informazioni alla vittima. Proprio sui call center bisogna stare attenti alle truffe.

Se prima tutte le situazioni avvenivano tramite alcuni strumenti, lo skimmer porta la truffa allo sportello dell’ATM. Questo apparecchio serve per duplicare la carta. Se non si accorge in tempo, il truffatore avrà accesso al nostro conto. Concludiamo il nostro discorso con l’hackeraggio. Questa è la tecnica più complessa di tutte e si tratta di un modo per penetrare nel sistema informatico della vittima.

Insomma, ci sono davvero molti modi che i truffatori mettono in campo. L’unico consiglio è quello di stare sempre attenti, soprattutto quando ci sono delle comunicazioni che ci arrivano. Inoltre, quando si fanno acquisti in rete rifacciamoci sempre a portali sicuri.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news