Canone Rai, cosa fare per non pagarlo? Ecco cosa devi sapere

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il tuo desiderio è quello di non pagare più il Canone Rai per vari motivi? Ci sono alcune cose che devi sapere in merito: ecco che cosa devi fare.

Sono anni che gli italiani pagano il canone annuale. Questo viene pagato da tutti coloro che hanno un apparecchio televisivo nelle proprie abitazioni e consente di guardare le reti della tv di Stato. Tuttavia, ci sono alcune persone che possono sollevati da questo onere. Andiamo a vedere tutte le cose che devi sapere e come fare per non pagare.

canone rai
fonte foto: AdobeStock

Tante volte ci siamo trovati a parlare del Canone Rai, un tributo che spetta a tutte le persone che posseggono una televisione nella propria abitazione. Nel corso degli anni ha subito vari cambiamenti, sia per quanto riguarda la somma finale da pagare annualmente e sia le modalità di pagamento, visto che la modalità di riscossione non è sempre stata la stessa.

È fresca la notizia che il canone adesso si potrà pagare senza la bolletta elettrica. Ma non tutti sono felici di pagare la tassa radiotelevisiva italiana. A dir la verità ci sono persone che possono evitare di pagare e quindi non compilare il classico bollettino. Ma come fare per non essere degli evasori?

Come non pagare il Canone Rai: ecco cosa devi fare e chi può farlo

La prima cosa da sapere è che non è che ci si alza la mattina e si decide di non pagare più il canone Rai. Questa è una scelta illegittima che porta a delle conseguenza, visto che è illegale. Ma come fare per essere esonerati da questo pagamento? Per prima cosa devi sapere che c’è un modello apposito da compilare e che devi inviare all’Agenzia delle Entrate.

Il Modulo di Esenzione per essere compilato ha bisogno che la persone in causa deve avere due requisiti fondamentali. Il primo è quello di aver compiuto 75 anni di età il cui reddito annuo non deve superare gli 8.000 euro. Il secondo, invece, è dichiarare di non avere un dispositivo televisivo in casa, nonostante sia il titolare delle utenze elettriche.

In poche parole, se vuoi l’esenzione dal canone Rai e non si rientra nel primo requisito si dovrà dimostrare di non avere una televisione in casa. Si tratta di una cosa abbastanza comune, visto i numerosi servizi in abbonamento streaming che spingono le persone sempre più ad allontanarsi dalla televisione di stato.

Ricordiamo che, almeno per il momento, il canone si paga all’interno della bolletta della luce. Dove sono state predisposte dieci rate da 9 euro ciascuna, un modo per non far pesare agli italiani la somma totale. Ma nel 2023 le cose potrebbero cambiare e si tornerà al vecchio bollettino.