Decreto Aiuti Bis, quali bonus ci sono? Ecco a chi sono rivolti e come richiederli

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

È di recente che il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto Aiuti Bis. La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale ha fatto chiarezza su quali bonus si possono ottenere: ecco come funziona. 

Il governo italiano ha confermato le misure di sostegno e ne ha messe di nuove. Per finanziare la manovra ci sono voluti ben 17 miliardi di auto. Un investimento fatto dall’esecutivo guidato da Mario Draghi per dare sostegno economico a doversi italiani e categorie di persone che sono più in difficoltà. Per questo motivo sono stati messi sul piatto numerosi bonus.

decreto Aiuti Bis
fonte foto: AdobeStock

Non è ormai una novità che è stato approvato e firmato il decreto Aiuti Bis dal governo. Era una delle manovre più attese da parte degli italiani che in questi ultimi mesi devono far fronte a spese economiche sempre più pesanti dovuti all’inflazione crescente. Ormai manca poco ed il decreto vedrà la conversione in legge appena arriverà in Parlamento, così i cittadini avranno la possibilità di chiedere ed ottenere i bonus.

Il decreto, come in molti sapranno, prevede numerose misure a sostegno della popolazione italiana, tra cui anche le novità su pensioni e stipendi. Alcuni bonus sono stati confermati nel decreto bis, magari con un ampliamento della platea, mentre altri sono stati introdotti ex novo. Andiamo a vedere nel dettaglio quali e quanti sono i bonus messi a disposizione dei cittadini e soprattutto a chi sono rivolti e come richiederli. 

Decreto Aiuti Bis: ecco i bonus che si possono ottenere 

Per prima cosa partiamo con il bonus 200 euro. Questo è uno di quelli che ha visto una conferma, anche se adesso potranno usufruirne anche altre categorie di persone che prima sono state escluse. Tra questi ci sono i lavoratori precari, stagionali, cassaintegrati a zero ore e le lavoratrici in maternità. Il bonus verrà stanziato a ottobre e per averlo bisogna: auto dichiarare di non aver avuto già l’indennità e di essere stati destinatari della contribuzione figurativa integrale da parte dell’INPS.

Tra le conferme avremo anche il bonus psicologo fino a 600 euro per le sedute. La somma, come per tutti i sostegni, varia a seconda dell’ISEE. Se questo è fino a 15mila euro annui si potranno ottenere 600 euro, altrimenti si va a scalare fino un minimo di 200 euro per coloro che ne hanno uno compreso tra 30mila e 50mila. I beneficiari potranno avere uno sconto di massimo 50 euro a seduta. I professionisti che aderiranno all’iniziativa saranno rimborsati dall’Inps. La domanda si potrà fare dal 25 luglio fino al 24 ottobre tramite il sito Inps o chiamando il Contact Center al numero verde gratuito 803.164 o a pagamento 06/164164

Tra gli altri c’è anche il bonus sociale che viene riconosciuto in bolletta direttamente. Anche questo ha visto un ampliamento dei beneficiari dietro al decreto Energia dello scorso marzo che ha visto un innalzamento dell’ISEE da 8.265 euro a 12.000 euro per ottenere il sostegno. Questo è previsto anche alle persone disabili, a chi ha utenze nelle isole minori non interconnesse oppure soggette a calamità naturali e agli over 75.

Tra gli aiuti ci sono anche i bonus trasporti che consiste in un buono che può coprire fino al 100% della speso ed ha un limite di massimo 60 euro. Serve anche a coprire gli abbonamenti fatti entro il 31 dicembre 2022 e deve essere utilizzato entro il mese di emissione. La domanda può essere fatta da settembre ed entro il 31 dicembre 2022. Ci saranno i bonus per i centri SPA ed i collaboratori sportivi.