Poste Italiane, arriva una sorpresa imperdibile: è il momento di investire

Poste Italiane ha messo in luce un’altra strada che conduce al settore dell’investimento. In questo caso, il protagonista è un buono premium. Scopriamo i dettagli di questo nuovo strumento.

Poste Italiane si lega molto al settore degli investimenti. Un settore ancora poco esplorato ma che può essere fautore di piacevoli sorprese. Proprio come in questo caso in cui l’azienda ha fatto luce su un nuovo tracciato. Si tratta di un buono fruttifero premium.

Poste italiane, buono
Adobe Stock

Negli ultimi mesi, la situazione di molte famiglie italiane è stata resa ancora più difficoltosa dagli aumenti che si sono verificati. L’inflazione ha raggiunto una percentuale davvero importante e sta mettendo a repentaglio il potere d’acquisto. Per evitare che il nostro conto subisca un ribasso, il consiglio è quello di investire una piccola parte dei risparmi.

Questa azienda, a tal proposito, offre tanti strumenti. Molti si chiedono se sia meglio investire in Poste Italiane sui buoni fruttiferi oppure sui libretti di risparmio. In questo caso, la grande sorpresa per tutti riguarda un buono fruttifero nella sua versione premium. In genere, i buoni hanno rischio nullo e hanno la garanzia dello Stato. E in base al vincolo si regolano gli interessi. Sono tante le opzioni a disposizione ma l’ultimo ha catturato l’interesse di tutti.

Poste Italiane, arriva il buono premium: strumento con interessi a tre anni

L’attuale strumento di Poste Italiane che ha attirato una decisa attenzione riguarda il buono fruttifero premium. Questo ha una scadenza a tre anni e da la possibilità di accedere a rendimenti molto importanti. Potranno accedere al titolo solo chi ha versato nuova liquidità. Per i vecchi clienti si fa riferimento alla cifre versate dal 13 luglio. Versamenti fatti su BancoPosta oppure sul libretto postale. Per i nuovi clienti si fa riferimento alla cifra versata quando si è aperto il libretto o il conto.

Un altro aspetto positivo di tale buone è che da la possibilità di richiedere in qualsiasi momento il rimborso del capitale. Il rendimento, invece, parla di un 1,30% di tasso effettivo lordo all’anno dopo i tre anni dall’avvenuto investimento. Un investimento che richiede la sottoscrizione di un minimo 50 euro. Si ricordi, inoltre, che tali veicoli di risparmio hanno un tasso agevolato del 12,50%. Oltre al fatto che sono esenti alle tasse di successione.

La sottoscrizione può avvenire dirigendosi all’Ufficio Postare di riferimento. L’alternativa è rappresentata dalla misura telematica. Online, però, c’è una condizione fondamentale da soddisfare: bisogna essere titolari di un libretto smart abilitato a svolgere le funzioni telematiche.

I modi per agire online sono due. Il primo è il sito risparmiopostaleonline, il secondo è l’applicazione BancoPosta. I titolari del conto BancoPosta possono accedere tramite l’Internet Banking oppure solo dall’applicazione. Sia per la sottoscrizione che per la richiesta di rimborso non sono previsti costi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo