Poste Italiane, meglio investire sui buoni fruttiferi o libretti di risparmio?

Molti consumatori potrebbero voler investire nei prodotti Poste Italiane. La scelta sarebbe complessa tra buoni fruttiferi o libretti di risparmio. Quale scegliere?

Poste Italiane (AdobeStock)
Poste Italiane (AdobeStock)

Ci sono tante opportunità di investimento. Di solito, l’idea diffusa di investimento è che sia un aspetto che riguardi solo chi ha a disposizione grandi capitali. Invece non è così. Anche chi ha basse cifre può investire. Ad esempio, tramite i prodotti di Poste Italiane. L’azienda mette a disposizione due strumenti. Il primo è il buono fruttifero postale mentre il secondo è il libretto di risparmio postale.

Da precisare, innanzitutto, che entrambi hanno un rendimento basso rispetto al passato. I vantaggi riguardano la sicurezza. Entrambi gli strumenti sono a garanzia dello Stato Italiano. In questo mese di dicembre, per quanto riguarda i buoni fruttiferi postali ci sono due soluzioni: 4×4 e 3×4. Il primo è per un investimento fino a 16 anni mentre il secondo fino a 12. Entrambi garantiscono rendimenti fissi crescenti e flessibilità sul rimborso.

Gli interessi maturano, rispettivamente, dopo 4, 8, 12 anni e dopo 3, 6 ,9 anni. Gli interessi lordi annuali per il 4×4 sono 0,20% dopo 4 anni, dopo 8 anni si sale allo 0,30%. Dopo 12 e 16 anni si arriva allo 0,40% e allo 0,75%. Le percentuali cambiano con il 3×4. Qui abbiamo uno 0,10% dopo 3 anni, diventa 0,20% dopo 6 anni. mentre dopo 9 e 12 anni le percentuali sono dello 0,30% e dello 0,50%. Il sito Poste Italiane mette a disposizione un simulatore di calcolo. Questo, però, non tiene conto dell’importa di bollo.

Gravi problemi per Poste Italiane: segnalazioni da tutta Italia

Poste Italiane: investire sul libretto di risparmio

L’altra strada è rappresentata dal libretto di risparmio. Come riportato dal sito investireoggi, la scelta viaggia in direzione di quello Smart. In cui si può attivare in questo mese l’offerta Supersmart. La proposta garantisce un tasso di interesse alto alla scadenza e non lo 0,001% che è quello di base. La Supersmart 360 giorni permette di avere un tasso lordo a scadenza dello 0,40%. Offerta, però, attivabile solo con un accantonamento minimo di 1.000 euro.

Poste Italiane, il libretto Smart ti conviene e ti fa un regalo bellissimo

Se la somma è minore allora il tasso sarà quello solito. In caso di disattivazione anticipata, sulle somme presenti maturano interessi al tasso base pro tempore vigente. Anche in questo caso, il sito di Poste Italiane mette a disposizione un simulatore per poter calcolare il tutto.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità e legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:


  1. Telegram - Gruppo base