“Vigliacchi”, Piera Maggio tuona sui social: l’ultimo appello per Denise Pipitone

Piera Maggio è tornata a tuonare sui social. La mamma di Denise Pipitone ha lanciato con un post l’ultimo appello per trovare sua figlia e ha deciso di usare parole forti.

La mamma della piccola Denise, scomparsa diciotto anni fa, continua a non perdere le speranze nel ritrovare la sua bambina, che oggi sarebbe una ragazza. Nonostante siano passati tanti anni, la donna continua a non arrendersi e cercare per scoprire la verità sulla scomparsa di Denise, seppur rappresenti uno dei casi più lunghi e costosi della storia giudiziaria italiana.

piera maggio
fonte foto: Facebook

La drammatica e misteriosa storia di Denise Pipitone rappresenta uno di quei tanti casi irrisolti che fanno parte della lunga lista della giustizia italiana. Una scomparsa avvolta dal mistero avvenuta in pieno giorno del 1° settembre 2004 a Mazzara del Vallo, una località in provincia di Trapani. Da quel momento le tracce della piccola sono scomparsa e di lei non si è saputo più niente.

Da quel giorno sono passati quasi diciotto anni e l’attenzione pubblica e mediatica non si è mai spenta del tutto sulla vicenda. Questo anche grazie all’insistenza di Piera Maggio, la mamma della bambina che non si è mai rassegnata al fatto di non vedere più la piccola Denise. La donna, dopo qualche settimana, ha deciso di tornare a lanciare un nuovo ed accorato appello di aiuto per la sua bambina.

Piera Maggio lancia l’appello per Denise Pipitone: “Chi tace è complice”

Tante persone hanno deciso di stringersi intorno al dramma di mamma Piera Maggio e stare vicino alla donna che sta vivendo anni complicati. La donna questa volta ha deciso di tornare a lanciare un appello sui suoi canali social, utilizzando parole forti e senza risparmiare nessuno.

“I miei occhi saranno la tua condanna. – ha tuonato Piera nel suo ultimo post su Facebook – Chi tace è complice. Guardatemi negli occhi mostri. Avete colpito me, io che ero indifesa, Vigliacchi”, sono queste le parole di condanna che ha usato Piera nei confronti di coloro che hanno rapito la piccola Denise quasi diciotto anni fa a Mazzara del Vallo.

Si tratta di uno dei tanti appelli che ha lanciato Piera per cercare la figlia. Una speranza che non muore quella della donna, nonostante siano passati anni dalla scomparsa. Nel post ha approfittato anche a sponsorizzare il sito web cerchiamodenise.it, aperto proprio con lo scopo e la speranza che qualcuno facci una segnalazione.

La storia di Denise Pipitone è una di quelle che più ha coinvolto gli italiani che si sono attivati immediatamente per cercare la piccola, con la speranza di trovarla. Una storia che diventerà una serie tv di quattro puntate, in cui saranno raccontati i dettagli sul caso giudiziario italiano.

piera maggio
fonte foto: Facebook

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news