Rischi 444 € di multa, l’errore da non commettere mai in auto: rischi grosso

I guidatori devono stare attenti anche all’aria condizionata in auto. Nessun divieto ma occhio ad una situazione. Ci potrebbe essere una sanzione molto pesante.

Con le temperature che stanno sempre più aumentando. L’aria condizionata in auto diventa un obbligo per qualsiasi guidatore. L’afa, all’interno dell’abitacolo, può creare un clima davvero insopportabile. Per questo motivo, i guidatori corrono ai ripari. Anche se un cavillo potrebbe generare delle situazioni spiacevoli.

Auto Multa Aria Condizionata
Fonte foto Adobe Stock

L’aria condizionata aiuta molti ad arginare il caldo torrido dell’estate. Questa ci è utile sia nei luoghi chiusi che nel nostro veicolo. Da sottolineare in prima battuta che, questa, non è affatto vietate. Durante la guida, infatti, il guidatore può accenderla tranquillamente. Ma c’è un’occasione che potrebbe portare ad una multa molto salata.

In genere, tentiamo in qualsiasi modo di rinfrescarci. L’aria condizionata può causare anche qualche rischio alla nostra salute. In questo caso, invece, riguarda più le nostre finanze che qualcosa di personale. Andiamo, quindi, a scoprire a quale situazione stare attenti. E, nel caso di infrazione, alla multa che potrebbe arrivarci.

Auto, “pericolo” aria condizionata: a quanto ammontano le multe

Il Codice della Strada prevede una sanzione per il guidatore che con il veicolo fermo continua ad usare l’aria condizionata. Inoltre, il divieto riguarda anche il fatto di avere il motore acceso per utilizzare questo strumento. La normativa non è proprio recente, infatti risale al 2007. La condizione che ha portato alla Legge è il fatto che non sia consigliabile né avere il motore acceso quando si è fermi né accendere l’aria condizionata a motore spento. In questo caso, l’aria che si andrebbe a respirare non sarebbe piacevole.

Tale atteggiamento, quindi, è da tenere decisamente d’occhio. Le multe possono essere delle vere batoste per i guidatori. Infatti, il Codice prevede una sanzione che va dai 223 fino ad arrivare ai 444 euro. Cifre non indifferenti, per molti, e che possono incidere per colpa di un comportamento troppo leggero.

Di certo, ci saranno stati moltissimi casi di questo genere. Situazioni che avranno portato a multe, in qualche modo, inaspettate. In caso di vigile nelle vicinanze, il guidatore può ricevere un verbale molto pesante. Questo comportamento va contro il comma 7 bis dell’articolo 157 del Codice Stradale. Parte in cui si parla di divieto.

Nel comma si parla esplicitamente dell’uso dell’impianto di condizionamento d’aria durante la sosta. Una regola davvero semplice ma che è spesso infranta. Questa Legge non è solo italiana. Anche altri Paesi, infatti, c’è un divieto simile. Anche perché avere il motore acceso quando si è in sosta ha un impatto sull’ambiente davvero notevole. Insomma, bisogna stare attenti a questo dettaglio. Che il motore sia spento o acceso, l’aria condizionata è possibile usarla solo con il mezzo in movimento.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo