Capelli che cadono: ecco le abitudini che dovresti evitare

Capelli che cadono, non solo stress: ci sono abitudini quotidiane che, a tua insaputa, potrebbero indebolire la chioma, causandone la caduta.

Sono molti i fattori che potrebbero causare la perdita di capelli. Anche se molto c’entra la genetica ormai è noto che correggere abitudini sbagliati per alcuni potrebbe significare arrestare la caduta.

caduta capelli
Fonte Foto Adobe Stock

I capelli che cadono sono un problema prettamente maschile ma, in realtà, anche molte donne possono soffrire per questa condizione. Sono molti i fattori predisponenti, innanzitutto genetici, ma anche clinici. Squilibri ormonali che portano a condizioni come la sindrome dell’ovaio policistico, ad esempio, possono portare anche le donne a perdere i capelli in modo più o meno grave.

Quando si assiste ad un’improvvisa o anomala perdita di capelli è sempre meglio, innanzitutto, rivolgersi al medico specialista competente per un’analisi approfondita. Un professionista potrà farvi fare i giusti controlli anche per scongiurare problemi endocrinologici e malfunzionamento della tiroide.

Tuttavia anche le nostre abitudini, spesso e volentieri, possono influire fortemente sulla salute della chioma: ecco cosa dovremmo evitare di fare.

Capelli che cadono: ecco le abitudini da evitare

Come abbiamo già accennato una delle cause più comuni per quanto riguarda la perdita dei capelli è lo stress. Molti sottovalutano quanto questo influenzi il nostro stato di salute generale e, quindi, anche il benessere dei capelli. In questo caso è necessario ritrovare il nostro stato di equilibrio psico-fisico, per esempio, iniziando a dedicarci del tempo per noi, per fare qualcosa che ci fa stare bene.

Un altro fattore spesso sottovalutato è la dieta: la carenza di alcuni nutrienti fondamentali influisce fortemente sui capelli che cadono. Soprattutto le diete drastiche e improvvise, peggio ancora se “fai da te”, possono portare all’indebolimento di capelli e anche delle unghie.

Anche l’assunzione si farmaci senza prima il consenso medico può portare ad una perdita momentanea di capelli. Alcuni medicinali influiscono sulla salute tricologica ed è sempre bene consultare prima uno specialista. Anche nel caso dell’assunzione di farmaci che aiutano i capelli a ricrescere è sempre meglio affidarsi ad un professionista competente, poiché alcuni potrebbero funzionare momentaneamente per poi portare ad altre problematiche.

I trattamenti ai capelli, soprattutto se chimici, possono indebolire tantissimo il capello. Tinte, acidi, permanenti o stiramenti danneggiano inevitabilmente i capelli. Ad oggi per tingersi ci sono delle alternative che non utilizzano sostanze chimiche e portano a risultati comunque ottimali.

Anche acconciare troppo spesso i capelli con code tirate, trecce o chignon causa traumi al capello: meglio lasciare i capelli sciolti. Per quanto riguarda il lavaggio, la giusta misura varia a seconda della tipologia di capelli, ma per evitare una caduta eccessiva non bisogna far passare troppo tempo tra un lavaggio e l’altro.

Le informazioni presenti nell’articolo hanno il solo scopo divulgativo e riguardano studi scientifici pubblicati su riviste mediche. Non intendono sostituire il consulto del medico o dello specialista e non devono essere considerate per formulare trattamenti o diagnosi.