Smartphone, le radiazioni preoccupano: i dispositivi più pericolosi

Le radiazioni dello smartphone sono un argomento, forse, troppo trascurato. Tale ambito è da tenere sotto controllo. Ecco i dispositivi a cui stare attenti.

Tra i dispositivi maggiormente utilizzati lo smartphone è uno di quelli che dominano. Oggi, infatti, è un apparecchio alla portata di tutti. Anche se, quando lo si va ad acquistare bisognerebbe stare attenti a scegliere un dispositivo che non espanda troppe radiazioni. Tale fattore, infatti, è sempre meno indagato con il tempo.

Smartphone, radiazioni
AdobeStock

Le nostre abitudini quotidiane, ormai, sono legate all’utilizzo dello smartphone. A maggior ragione dopo un periodo lungo passato in casa per le restrizioni pandemiche. Quando si fa sport oppure una ricerca o, altro ancora, un’indicazione siamo sempre propensi a ricercare una funzione contenuta nel nostro smartphone.

Insomma, lo smartphone è praticamente diventato vitale per tantissime persone. Inoltre, alcune applicazioni dello smartphone possono ‘rubare’ i dati. Questo ci fa capire come ci sia sempre un rovescio della medaglia. Proprio come in questo caso in cui ci sono modelli che producono un tasso di radiazioni maggiore rispetto ad altri. Andiamo a vedere insieme tutti i modelli a cui prestare attenzione.

Smartphone, occhio alle radiazioni: i modelli a cui stare attenti

Ci sono tantissimi modelli di smartphone che escono periodicamente sul mercato. Nonostante tale produzione, però, sempre meno si interrogano sulle radiazioni. Tale fattore, infatti, dovrebbe portare a prestare la massima attenzione. Qualche tempo fa, a fare luce su questo ambito, ci ha pensato l’Enveironmental Working Group. Lo ha fatto tramite uno studio che riguardava i rischi per la salute in riferimento agli smartphone.

Dallo studio si è sottolineato come alcuni dispositivi abbiano dei numeri maggiori rispetto ad altri. Segno che producono più radiazioni e, questo, non può non essere considerato. Andiamo a vedere, ora, gli smartphone a cui stare attenti. Ecco i modelli riportati da Tecnoandroid:

  • T-Mobile MyTouch 3G: 1,55 W/kg;
  • Blacberry Curve 8330: 1,54 W/kg;
  • Palm Treo 600: 1,53 W/kg;
  • T-Mobile Shadow: 1,53 W/kg;
  • Palm Treo 650: 1,51 W/kg;
  • Blackberry Curve 8300: 1,51 W/kg;
  • Blackberry Bold 9000: 1,51 W/kg;
  • Sony Ericsson P910a: 1,5 W/kg;
  • HTC SMT 5800: 1,49 W/kg;
  • BlackBerry Pearl 8120/8130: 1,48 W/kg.

Questi, quindi, sono i dispositivi a cui prestare particolarmente attenzione. Il discorso, però, non si limita ai modelli che abbiamo citato. Ogni volta che siamo in procinto di acquistare un nuovo telefono dobbiamo fare attenzione a più ambiti. Le radiazioni, infatti, non vanno mai sottovalutate e devono rientrare nei discorsi prima dell’acquisto. Ad esempio, i rischi sono tanti anche se si parla di smartphone usati dai bambini.

Dunque, prima di procedere a qualsiasi acquisto meglio sempre informarsi sulle radiazioni. Nonostante l’argomento sia sempre meno battuto, la possibilità di ricavare informazioni è possibile. Quindi, facciamo attenzione e scegliamo accuratamente un dispositivo che sarà con noi per tanti anni.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo