Pressione alta, attenzione all’odore fantasma: può essere preludio di situazioni pericolose

L’alta pressione sanguigna può innescare il cosiddetto “odore fantasma”. In caso si verifichi ci potrebbero essere conseguenze gravi.

Sono tante le situazioni a cui dobbiamo prestare attenzione. Nel corso del tempo, avere un’alta pressione sanguigna può degenerare in maniera molto significativa. La percentuale, infatti, di individui con questo problema è decisamente aumentata. Cosa che non lascia affatto tranquilli. Secondo alcuni studi, però, sempre più persone hanno ammesso di sentire degli strani odori. Andiamo a vedere i dettagli di una situazione molto delicata.

Pressione alta
AdobeStock

Secondo alcuni studi, i cambiamenti olfattivi sono comuni negli individui che soffrono di pressione alta. Questo indicatore, però, è una dei principali cause di ictus. L’ictus, a tal proposito, è noto per alterare tutti i sensi, specialmente gusto e olfatto. Collegando il nostro discorso con i cambiamenti olfatti, molti hanno notato il palesarsi di quello che è stato definito come “odore fantasma“.

In breve, “l’odore fantasma” si verifica quando un individuo sente qualcosa che effettivamente non c’è. La piattaforma Jama spiega tale percezione come un disturbo olfattivo in cui si sente l’odore ma senza alcuno stimolo. Si assiste, quindi, ad uno squilibrio di segnalazione neurale. Andiamo a vedere quando può palesarsi questo disturbo e se ci sono dei rimedi.

Pressione alta, odore fantasma: i casi

Uno studio del 2020 pubblicato sulla rivista Laryngoscope ha svelato che l’ictus era legato ad una percentuale maggiore del 76% in riferimento all’odore fantasma. Ma non è finita qui, perché un altro studio ha svelato gli individui maggiormente a rischio. Si tratta di persone con diabete, colesterolo alto e, appunto, alta pressione.

I ricercatori, inoltre, hanno scoperto come gli individui che soffrivano di ipertensione avessero maggior frequenza di percepire questo odore fantasma. Il confronto, da tenere a mente, è stato fatto con persone che non avevano problemi di ipertensione. Gli stessi esperti che, secondo quanto riportato dall’Express, hanno svelato di come ci sia una probabilità di tre volte maggiore. Questa si presenza in individui dai 60 anni in su con diabete e con una cura che prevede sia insulina che farmaci per via orale.

Soprattutto per la pressione alta, bisogna modificare lo stile di vita. Con tutte le dovuto modifiche del caso. Ma un aiuto può arrivare anche dagli alimenti. Nello specifico sono raccomandati quelli che contengono nitrati. Gli stessi, suggeriscono vari studi, sembrano alleviare il sintomi acuti dell’ipertensione. Di fatto, questi permettono di rilassare le pareti arteriose così da far fluire il sangue nelle vene. A tal proposito, la British Heart Foundation afferma che i nitrati allargano o rilassano le arterie e le vene. Non solo del cuore ma anche delle altre zone del corpo.

Insomma, la pressione alta è sicuramente un problema da non sottovalutare. Soprattutto quando si palesa l’odore fantasma. Inoltre, la pressione alta ha rischi raddoppiati durante la notte rispetto al giorno.

Le informazioni riportate in questo articolo hanno solo ed esclusivamente scopo divulgativo. I dati riportati riguardano degli studi scientifici riportati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono in alcun modo il consulto del medico o dello specialista. Inoltre, non devono essere considerate per formulare diagnosi o trattamenti.