Palatoschisi congenita, che cos’è? Cause e come si cura

Alcuni bambini presentano alla nascita la palatoschisi, si tratta di una malformazione congenita. Scopriamo di che cosa si tratta, le cause e la cura.

Un disturbo congenito è una condizione presente dalla nascita. I disturbi congeniti possono essere ereditati o causati da fattori ambientali. Il loro impatto sulla salute e sullo sviluppo di un bambino non è sempre grave e talvolta può essere piuttosto lieve. Questo per fortuna è il caso dei bambini che nascono con la palatoschisi.

Fonte Foto Adobe Stock

Condizioni e malattie congenite sono presenti durante o prima della nascita di un bambino. Diversi neonati, infatti, nascono con una patologia congenita che può influire sull’aspetto fisico, sullo sviluppo o sulla funzione. Esistono più di quattromila tipi di malattie congenite, che vanno da condizioni minori che non necessitano di cure a condizioni gravi che richiedono cure mediche o interventi chirurgici.

Una di queste malattie è la palatoschisi congenita, si tratta di una spaccatura, o separazione, nella faccia e nella bocca di un bambino che si verifica durante la gravidanza. La palatoschisi è il quarto difetto congenito più comune, tanto che colpisce un bambino su settecento. Andiamo a vedere le cause e le cure.

Palatoschisi congenita: cos’è e cura

Una palatoschisi congenita è una malformazione del viso e della bocca che si verificano molto presto durante la gravidanza. Si verifica quando i tessuti non si uniscono correttamente. Può coinvolgere il palato duro (la parte anteriore ossea del tetto della bocca) e/o il palato molle (la parte posteriore morbida del tetto della bocca).

Sul portale Valori Normali si legge che nella maggior parte dei casi, le cause della palatoschisi non sono note e queste condizioni non possono essere prevenute. La maggior parte degli scienziati ritiene che la patologia sia causate da una combinazione di fattori genetici e ambientali. Un’altra causa di può essere correlata a un farmaco che una madre potrebbe aver assunto durante la gravidanza.

In merito alla cura della patologia, questa avviene tramite un intervento chirurgico. In genere l’operazione viene eseguita nel primo anno di vita del bambino, così da ottenere dei migliori risultati nell’arco del tempo e non andare incontro alle varie problematiche. L’intervento può essere eseguito dal sesto mese dalla nascita.

Gianluca Vacchi, figlia ha la palatoschisi congenita: come sta?

Gianluca Vacchi, uno degli influencer più ricchi e conosciuti in Italia, e la compagna Sharon Fonseca hanno comunicato ai loro fan che la piccola Blu Jerusalema è nata con la palatoschisi congenita. Lo hanno annunciato con un post sui social, dove hanno sottolineato che la loro bambina è seguita da un team medico per risolvere il problema.

Blu, come molti altri bambini, si è dovuta operare. Una condizione che affligge molte famiglie, come lo stesso Vacchi ha scritto sui social. Hanno scelto di comunicarlo proprio per sensibilizzare l’opinione pubblico su questo argomento. La bambina oggi sta bene, come possiamo vedere dai social.

Tutte le informazioni che sono scritte all’interno dell’articolo sono esclusivamente a scopo divulgativo e, dunque, riguardano studi scientifici che sono stati pubblicati su riviste mediche. Pertanto, non sostituiscono il prezioso consulto di uno specialista medico, e quindi non devono essere presi in considerazioni per formulare diagnosi e trattamenti. Per questo è fondamentale parlare con un medico o uno specialista nel campo.