Bonus condizionatori, di cosa si tratta? Ecco come richiedere gli incentivi

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Il tuo obiettivo è quello di acquistare un nuovo climatizzatore oppure una caldaia per la tua casa? È disponibile un bonus condizionatori per i cittadini italiani. Ecco di che cosa si tratta e come richiederlo.

Molte persone sono interessate ad acquistare un condizionatore in vista dell’estate. Ma c’è anche chi pensa già alla stagione invernale e quindi intende rinnovare la propria caldaia oppure rifare il vecchio impianto. Il governo ha messo a disposizione delle detrazioni discali per le imprese ed i cittadini. Vediamo cosa devi sapere in merito e come funziona.

bonus condizionatore
fonte foto: Adobe Stock

Il governo guidato da Mario Draghi ha concesso delle opportunità di risparmio per i cittadini che intendono installare un nuovo impianto di climatizzazione oppure vogliono sostituire quello che hanno. L’esecutivo, tramite un pacchetto approvato all’interno della Legge di Bilancio firmata a Palazzo Chigi, ha introdotto un bonus condizionatori per cittadini ed imprese.

Secondo quanto emerge, gli individui hanno a disposizione due possibilità, a seconda ovviamente dell’intervento che devono andare a realizzare per la propria abitazione. Il primo è l’Ecobonus al 65%, mentre il secondo è il Bonus casa al 50%. I due modi variano a seconda del fatto che l’impianto sia nuovo oppure una sostituzione.

Bonus condizionatori 2022: come accedere alle detrazioni fiscali

Per usufruire dell’Ecobonus al 65%, occorre avere già uno o più apparecchi installati nella propria abitazione. E quindi decidere di volerli sostituire con altri sistemi più moderni e superiori. L’obiettivo dell’esecutivo è proprio quello di spingere gli italiani ad eliminare i vecchi prodotti e favorire la spinta di quelli di ultima generazione, così da favorire un minore consumo e tutelare l’ambiente dall’inquinamento.

Nei vari store in cui si vuole procedere con l’acquisto, come ad esempio Climarket, si può tranquillamente selezionare la sezione “sostituzione”, così da avere direttamente o sconto al 65%. Una volta fatta la registrazione, il sito comunica all’Agenzia delle Entrate i dati personali del proprietario dell’immobile, oltre che quelli del condizionatore.

È inoltre necessario avere una fotografia dell’impianto vecchio e l’etichetta di registrazione. Inoltre è importante avere una visura catastale dell’immobile nel quale si andrà a lavorare. L’obiettivo è quello di capire che si è proprietari dell’abitazione che ha una determinata classe energetica.

Per quanto riguarda invece il Bonus casa al 50%, basta scegliere il prodotto da acquistare, inserire i propri dati personali e completare il pagamento. Qui non c’è bisogno di foto. Ma è importante sapere che la persona deve scegliere un climatizzatore di classe energetica superiore. Si tratta di un condizionatore capace di ridurre al minimo l’impatto delle emissioni di CO2 e che consumi poco.

D’altronde non è una novità che i climatizzatori consumano molto. Molte persone infatti provano a mettere in pratica tre trucchi infallibili per risparmiare sul condizionatore. Così da non far aumentare i costi delle bollette, che già hanno avuto dei rincari importanti.