Paolo Bonolis, la passione segreta: la rivelazione spiazza i fan

Tra i tanti amori di Paolo Bonolis c’è uno davvero inaspettato. Lo ha confessato lo stesso conduttore. Ecco di cosa si tratta.

Paolo Bonolis è, oggi, uno dei conduttori più amati dal pubblico italiano. Ogni sua trasmissione ha il merito di fornire sempre grandissime sorprese. Molto è dovuto anche dal fatto che la sua dialettica non ha eguali. Per questo motivo, il mondo dello spettacolo e della televisione hanno avuto in Bonolis uno dei più grandi interpreti.

Paolo Bonolis
Fonte Ansa Foto

Il conduttore romano ha attirato attorno a se sempre grande curiosità. La sua carriera ha dimostrato come Bonolis sia un professionista serio. Ma il suo successo ha spinto i tanti affezionati a volerlo conoscere meglio. Anche se, come sappiamo, tiene davvero molto alla sua privacy. Questo, però, non gli impedisce di concedersi ai microfoni e raccontare qualcosa di sé e non del conduttore.

Sappiamo di come Paolo Bonolis abbia condiviso sempre più le sue passioni con il pubblico. Conosciamo, a tal proposito, il suo tifo sfegatato per l’Inter e la sua passione per lo sport. In una passata intervista, Paolo Bonolis ha confessato che un aspetto è una droga per lui. Ora, ai microfoni di RTL 102.5 al programma Suite 1025, ha svelato un’altra sua passione. Un vero e proprio amore che, ormai, dura da tantissimo tempo.

Amore per gli horror per Paolo Bonolis: una passione partita da lontana

Durante l’intervista, il conduttore romano ha svelato il suo grande amore per i film dell’orrore. Una passione di lunga data quando l’ex assessore alla cultura di Roma, Nicolini, chiese proprio a Paolo Bonolis di organizzare un grande evento. Si trattava del primo festival del cinema horror a Roma. Un avvenuto che andò di scena al cinema Clodio.

Bonolis non è entrato troppo nei dettagli perché ha sottolineato di come la vicenda è lunga ma allo stesso tempo affascinante. Il conduttore, però, ha voluto ricordare chi vinse quel Festival. A vincere fu The Texas Chainsaw Massacre, meglio conosciuto come Non aprite quella porta. Film che venne premiato da Vincent Price.

Nel breve racconto c’è anche un momento di profonda ilarità. Quando Bonolis ha svelato il titolo del film, il conduttore presente con lui non ha ben compreso il film. Quindi, chiede lumi sul film. Bonolis prima lo traduce in italiano e poi dice il titolo con cui è conosciuto nel nostro paese. A questo punto, Bonolis, con la sua ironia, gli dice che se non sa nulla di andare a lavorare al telegrafo e non alla radio. Dunque, Bonolis è legato in maniera importante agli horror. Nel suo breve racconto ha fatto capire come sia una passione davvero viva e intensa. Un piccolo retroscena che sicuramente è stato apprezzato dagli amanti del genere.