Bollette, possibile pagarle a rate senza interessi: ecco cosa prevede il Governo

Il rincaro di gas e luce è un argomento molto sentito. L’aumento delle bollette sta preoccupando molti. Ma c’è la possibilità di rateizzazione, ecco i dettagli.

Il momento attuale per tutte le famiglie è davvero durissimo. Soprattutto l’argomento dell’aumento delle bollette di luce e gas è molto caldo. Un aumento che sta facendo preoccupare tante famiglie e imprese. Per questo motivo, la corsa al risparmio è partita già da qualche mese ma le ultime bollette sono arrivate, comunque, con un conto salatissimo.

Bollette e rate
Fonte Adobestock

Senza aiuto del Governo è davvero dura. Ma è arrivato attraverso la Legge di Bilancio. Nella Legge, infatti, c’è l’obbligo dei fornitore a sottoporre ai clienti una diversa modalità di pagamento delle bollette. Ad adeguarsi, a tal proposito, è stata la stessa ARERA che ha fornito un documento a tutti i fornitori sia del mercato libero sia di quello tutelato.

Tale aiuto arriva dopo le tante richieste dei consumatori. Gli stessi che, in questi mesi, hanno attuato vari accorgimenti per risparmiare. Sul gas, ad esempio, ci sono 5 trucchi infallibili per risparmiare in bolletta. In questo caso, però, una pesante bolletta può essere rateizzata. Andiamo a vedere, ora, i tempi e modi di tale rateizzazione.

Bollette, possibili le rate: tempi e modi dalla Legge di Bilancio

La Legge di Bilancio ha diffuso una sorta di obbligo per chi fornire servizi. L’ARERA, l’autorità di regolazione per energia reti e ambiente, ha subito girato la comunicazione per stabilire un piano preciso. Tale piano riguarda tutte le bollette emesse da gennaio fino alla fine di aprile. I consumatori, quindi, potranno rateizzare l’importo con rate da 10 mesi. Rate che possono essere mensili o bimestrali.

Può capitare non aver potuto pagare una bolletta. Per questo motivo, i clienti possono scegliere 10 rate mensili oppure bimestrali. La fatturazione avviene nello stesso modo di sempre. Quindi la ricezione della bolletta non cambia. La rateizzazione, cosa da non sottovalutare, avviene in maniera che non ci siano sanzioni o interessi. Dall’altra parte, però, non si può chiedere subito la rateizzazione. Bisogna prima arrivare al sollecito di pagamento. Cosa che arriva dopo uno specifico periodo di tempo in cui la bolletta non risulta pagata.

In questo caso, il sollecito segnala proprio la possibilità di pagare a rate. L’offerta di base è quella di pagare la prima con il 50% dell’importo complessivo. Nelle altre 9 rate si pagherà la restante parte della cifra. Da sottolineare che le 10 rate potranno essere garantite solo con un minimo di 50 euro. In mancanza di questa condizione ci sarà la riduzione delle rate. Ma ci sono altre situazioni da considerare. Secondo quanto riportato da proiezionidiborsa, alcune aziende pare stiano offrendo 18 rate e senza la grossa cifra iniziale. Altre, invece, pare stiano dando il beneficio senza attendere il sollecito.