WhatsApp, pericolo account: arriva l’avviso della Polizia di Stato

WhatsApp è sempre al centro di pericolosi tentativi. Questa volta, l’avviso arriva dalla Polizia di Stato. Ecco a cosa stare attenti.

WhatsApp è l’applicazione di messaggistica più utilizzata. I milioni di utenti che lavorano sull’applicazione sono tanti. Per questo motivo, con il tempo, si è sviluppata la possibilità di utilizzare la chat anche tramite pc fino ad arrivare ai tablet. Insomma, la comodità al servizio degli utenti.

WhatsApp
Fonte AdobeStock

Se da una parte si assiste ad una comunicazione veloce e rapida. Il rovescio della medaglia è molto pericoloso. Questo perché i tentativi dei cybercriminali sono sempre in agguato. In questo caso, si pensi, che a parlarne è stata direttamente la Polizia di Stato dato che potrebbero rubare l’intero account del soggetto.

Il tentativo potrebbe solo in parte stupire. Questo perché, WhatsApp è tale le applicazioni che più sono soggette a questi tentativi. Poche settimane fa abbiamo parlato di uno strano contatto che potrebbe ricattare l’utente una volta caduto nella trappola. Qui, invece, si parla proprio di perdere l’intero account. Andiamo a vedere, dunque, i dettagli di questo pericolo tentativo.

WhatsApp, attenzione a questo processo: potreste finire in guai serissimi

I cybercriminali sono sempre in agguato. Con l’evoluzione tecnologica anche le loro modalità si sono evolute. Cosa che, come sappiamo, non fa star tranquilli gli utenti. Come svelato dal sito Conto Corrente Online, ora la Polizia di Stato ha emesso un avviso per mettere in guardia gli utenti.

Il Commissariato di PS Online ha segnalato le dinamiche a cui stare attenti. Tale procedura riguarda WhatsApp Web e il tutto avviene tramite il codice di conferma inviato attraverso sms. I truffatori, quindi, inviano un messaggio alla potenziale vittima, così da chiedere il codice. Tale tentativo viene svolto tramite il fatto che il mittente risulti essere un contatto della rubrica. In caso, l’utente si fidi allora la trappola si attiverà. Portando alla perdita del controllo dell’account.

Come possiamo capire, in quel momento i truffatori avranno pieno controllo. Potranno agire indisturbati e vedere tutti i nostri dati. Una situazione pericolosa, però, non solo per noi ma anche per i nostri contatti. Il nostro account, infatti, potrebbe essere usato per altri tentativi di truffa.

I consigli della Polizia di Stato

Per questo motivo, tutti gli utenti devono tenere la guardia alta in qualsiasi momento. Non solo per WhatsApp ma anche per tutti i dati di riferimento. A questo proposito, la Polizia di Stato ha voluto fornire specifici consigli in un post pubblicato su Facebook. Un modo per dettare le linee guida prima che sia troppo tardi.

  • Non dare seguito a richieste di invio di alcun codice, tramite SMS, anche se proviene da un contatto in rubrica;
  • Non bisogna cliccare link all’interno di SMS;
  • Attivare la “verifica in due passaggi” che è disponibile nelle impostazioni dell’applicazione;
  • Mai condividere il codice di verifica di WhatsApp. Questo perché, se ci fosse un tentativo di prendere il controllo, il malintenzionato avrà bisogno del codice di verifica che arriva tramite SMS per accedere.