WhatsApp, attenti a questo contatto: potrebbe ricattarvi e rubarvi tutto

Nel mondo di WhatsApp ci sono tantissime truffe. Questa in particolare non solo può rubare tutto ma può anche ricattarvi. Ecco a cosa stare attenti.

WhatsApp, messaggio
WhatsApp, messaggio (AdobeStock)

Il mondo della tecnologia impone sempre un alto livello di attenzione. La nostra identità è quotidianamente in pericolo per questo motivo bisogna stare attenti a tutto quello che ci arriva. Ad esempio, nel periodo natalizio c’è stato un diffondersi di un particolare messaggio. Questo, se accettato, avrebbe portato alla perdita di determinati dati da parte dell’utente.

Vero anche che, il rovescio della medaglia, è rappresentato da più velocità di comunicazione. Sempre più si utilizzano applicazioni di messaggistica. Una su tutti WhatsApp. Questa ormai non permette di scambiare solo messaggi ma anche tanti altri tipi di contenuti. Le funzioni sono sempre in costante aggiornamento e queste permettono di avere esperienze che cambiano col tempo.

Come detto, i tentativi di truffe sono davvero tanti. Il più recente è davvero drammatico. Questo perché non solo si possono perdere i propri dati sensibili ma c’è anche la possibilità che si venga ricattati. Andiamo a vedere insieme i dettagli di questa truffa e quali sono le sue conseguenze.

WhatsApp, il trucco che vi svela la posizione dei contatti: anche senza condivisione

WhatsApp, occhio al contatto: la truffa potrebbe costarvi caro

I cybercriminali le provano davvero tutte. Qualsiasi contatto che non conosciamo può trasformarsi in una trappola. Che si tratti di mail, chiamate o messaggi il succo non cambia. Bisogna stare sempre attenti. Come in questo caso. La vicenda riguarda un contatto che sbuca dal nulla e tende a voler iniziare una conversazione con l’utente. Già questo dovrebbe far storcere il naso al destinatario.

Se la situazione, invece, evolve siamo a forte rischio truffa. Infatti, il contatto parlerà sempre in toni amichevoli, giusto per non far insospettire la potenziale vittima. Ad un certo punto, inizierà a chiedere le informazioni personali. Magari facendo anche dei complimenti alla foto profilo. Le informazioni serviranno a rubare soldi alla vittima. In caso di no all’invio dei soldi, procederanno al ricatto. Infatti, ricatteranno il soggetto di divulgare delle foto private.

WhatsApp, troppi gruppi? La soluzione veloce che non dà nell’occhio

Come possiamo immaginare, “concedersi” a questo contatto porta solo cose negative. Le raccomandazioni sono le solite. Stare sempre attenti a qualsiasi tipo di comunicazione. Non condividere immagini o video con facilità e, soprattutto in questo caso, non dare spago a contatti arrivati dal nulla. Insomma, la sicurezza deve partire in prima battuta da noi.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo