Rai Uno, una storia indimenticabile: dal dramma alla rinascita

La televisione ha anche una funzione di educazione. Su Rai Uno, una ragazza ha raccontato il suo dramma ma anche la sua rinascita. Una testimonianza davvero importante.

Rai Uno
Fonte Facebook

Sempre più spesso, sia la televisione sia i social, vengono visti come contenitori pericolosi. Il pensiero di molti è che non siano, in qualche modo, educativi. Teniamo a precisare che, in prima battuta, entrambi gli strumenti non hanno quella funzione. In entrambi i mezzi di comunicazione ci sono aspetti positivi e altri negativi. Nel web, come possiamo immaginare, i rischi sono molto di più.

In certi casi, però, possiamo anche trovarci di fronte a delle vere storie di vita. Qualcosa che potrebbe aggiungere valore alle nostre vite e farci crescere anche se di riflesso. Soprattutto se siamo in presenza di un problema che attanaglia tantissime persone. In questo caso, la storia raccontata a Rai Uno è di una Influencer che prima ha vissuto un dramma ma poi ha saputo uscire, rinascendo.

Il problema di cui ha sofferto è un disturbo alimentare che fa male a tante ragazze e tanti ragazzi. Stiamo parlando dell’anoressia. Un mostro che si alimenta del nostro stato d’animo ed è, con il tempo, sempre più difficile uscirne. Ma l’Influencer intervistata su Rai Uno ha raccontato la sua storia. Una vicenda fatta di un dramma iniziale ma poi la presa di coscienza e la forza di volontà hanno fatto il resto.

Rai Uno, tremenda caduta in diretta: impossibile da dimenticare

Rai Uno, Valeria Vedovatti si racconta: la sua rinascita

Quando si è in presenza di una storia del genere non si può fare altro che ascoltare. Soprattutto se a parlare è un’Influencer che può aiutare molti ragazzi data la sua esposizione virtuale. Non a caso, lei ha scritto anche un altro libro. Questo dal titolo “Come stai?“. Il titolo, come raccontato da lei, è dovuto al fatto che tutti le chiedevano come stesse. Soprattutto perché, dai 16 anni, non si mostrava al massimo. Quindi, la preoccupazione iniziava a salire.

Valeria Vedovatti ha sottolineato come non sapeva cosa stesse succedendo. Per questo motivo ha voluto condividere la sua drammatica esperienza. Il motivo è che, come dice: “È molto facile entrarci ma è molto difficile uscirci”. A questo proposito, oltre la sua attività social, ha scritto un libro intitolato “Per rinascere“.

Camihawke, chi è Camilla Boniardi: età, lutto, libro e anoressia

La ragazza ha raccontato come, soprattutto nei primi momenti, teneva tutto dentro di se. Non raccontava del suo dramma a nessuno perché aveva paura di non essere compresa. Ma poi ha capito e la sua mentalità è completamente cambiata. Ha saputo rialzarsi e, come sostiene lei, la sua rinascita è il suo canale YouTube. Un canale aperto pochi mesi dopo il suo ricovero. Questo non ha aiutato solo lei ma anche per gli altri. Valeria lo definisce “fondamentale” per la sua, appunto, rinascita. Ha anche aperto una casella postale per ricevere lettere così per dare supporto a chi magari è in difficoltà. Come detto, social e TV non sempre vengono visti sempre bene. Certe storie, però, grazie alle evoluzioni tecnologiche possono essere diffuse e possono avere degli effetti positivi anche sugli altri.