Windsor, paura per la Regina Elisabetta: arrestato un uomo armato

Grande paura per la regina Elisabetta durante i festeggiamenti del Natale presso il Castello di Windsor. Ecco cosa è successo.

Regina Elisabetta II (Getty Images)
Regina Elisabetta II (Getty Images)

Grande scompiglio al Castello di Windsor mentre la regina festeggia il Natale, con lei il figlio Carlo e la sua consorte Camilla e il più piccolo dei figli, il principe Edoardo con sua moglie Sophie e i loro figli, Louise e James.

I festeggiamenti della famiglia reale sono stati disturbati a un momento di grande agitazione durante il quale è stato arrestato un uomo armato, attualmente in custodia dalla polizia inglese.

Paura per la Regina Elisabetta II, ricoverata in ospedale: ecco come sta

Regina Elisabetta II, paura al Castello di Windsor

Nel corso della mattinata di oggi un uomo è stato arrestato dopo un tentativo di irruzione al Castello di Windsor. Il sospetto è stato intercettato dalla polizia mentre si aggirava nei giardini del Castello, pare che l’uomo sia stato trovato con indosso un’arma offensiva, stando a quando riportato dal Mirror.

Fortunatamente l’uomo è stato intercettato prima di riuscire ad accedere agli edifici del palazzo, come confermato dalla polizia di Thames Valley. All’interno del Castello la Regina Elisabettacon lei il Principe Carlo e la moglie Camilla. All’erede al trono si è aggiunto anche il più piccolo dei figli della Regina Elisabetta e del compianto Principe Fillippo, il Principe Andrea. Quest’ultimo è ad oggi uno dei volti di punta tra i rappresentanti della Famiglia Reale, insieme a sua moglie Sophie e i loro figli, Louise e James.

Stando a quanto riferito ai media la famiglia reale è stata avvisata dell’accaduto. A guidare le comunicazioni con i giornali il sovrintendente Rebecca Mears, che ha parlato di un indagine congiunta con i colleghi della polizia metropolitana.

Lutto per la regina Elisabetta II: piange un altro membro della casa reale

“Possiamo confermare che i processi di sicurezza sono stati attivati ​​pochi istanti dopo che l’uomo è entrato nel parco e non è entrato in nessun edificio” ha spiegato la sovrintendente, rassicurando i sudditi escludendo l’eventualità di un pericolo più ampio per il pubblico.