4 Ristoranti, delirio in sala: puntata storica e non per gli aspetti positivi

La trasmissione 4 Ristoranti ha un grande successo. Una delle puntate recenti ha stupito, negativamente, tutti. Ecco cosa è accaduto.

4 Ristoranti, Alessandro Borghese
4 Ristoranti, Alessandro Borghese

Il mondo della cucina è sempre più presente nella nostra quotidianità. Tra i tanti programmi che possiamo guardare c’è 4 Ristoranti con Alessandro Borghese. Lo chef ha avuto una grande ascesa ed è, ormai, riconosciuto dal grande pubblico. Con lui, anche questo programma che va in onda da tanti anni.

Il mondo della cucina si è evoluto, sempre più chef si mostrano in televisione. Questo porta anche un discreto interesse per le loro attività. Pensiamo anche a Simone Rugiati, altro volto noto della cucina e della televisione. Molti si chiedono quanto costi una cena nel suo ristorante. Proprio per questo motivo, il successo di questo settore è stato sempre crescente.

Ritornando a 4 Ristoranti con Alessandro Borghese, pochi giorni fa è andata in onda una puntata che ha lasciato tutti di stucco. Probabilmente una puntata che resterà nella storia ma non per i motivi giusti. Atteggiamenti da parte di alcuni ristoratori che hanno colpito anche Alessandro Borghese. Andiamo a vedere cosa è successo.

Andrea Mainardi, quanto costa una cena nel suo ristorante?

Caos a 4 Ristoranti: tutti sono rimasti senza parole

La puntata che ha lasciato tutti senza parole si è svolta ad Asti. Il protagonista è stato Fabio Fassio gestore de La Signora in rosso. Ristorante che gestisce insieme alla moglie Elena Roma. Il tutto accade quando, Manuela Scavino dell’Enoteca Gastronomica Civico 15 di Canelli trova un capello nel suo piatto. Alla segnalazione, Fabio Fassio non ci vede più. Invece di procedere al cambio del piatto, sostiene che il capello non era presente al momento del servizio ma dopo. A quel punto, Manuela Scavino fa presente che a notarlo è stato Borghese. Inoltre, il capello è nero mentre lei è bionda.

Il ristoratore si è mostrato davvero risentito. Da quel momento tutto è degenerato. Fassio ha iniziato ad un usare termini pesanti nei confronti degli altri ristoratori. Ha definito il sapore degli agnolotti di coniglio della chef Daniela Solive come il sudore di un cane. E, ancora, ha sputato le lumache del locale Le Tère Ruse di Mombarusso perché reputate crude e al primo scrocchiare ha immediatamente rigettato il tutto.

Lutto per Alessandro Borghese: morto assassinato il noto chef

Tutte queste scene hanno anche scatenato reazioni social molto forti. Lo stesso Alessandro Borghese ha segnalato al sindaco di Canelli una situazione non proprio degna. Come abbiamo visto, una delle puntate che resterà nella storia. Ma, sfortunatamente, non per i motivi giusti.