Patente, cambiano le regole dell’esame di teoria: tutte le novità

Grandi novità a partire dall’anno prossimo per chi dovrà sostenere l’esame di teoria per la patente. Andiamo a vedere i dettagli e le novità che ci saranno.

Patente, modifiche esame (AdobeStock)
Patente, modifiche esame (AdobeStock)

La patente è sempre qualcosa di atteso. Soprattutto per i giovani e per il fatto di avere una certa indipendenza sotto il punto di vista della mobilità. L’anno prossimo ci saranno varie novità, una di questa riguarderà dei cambiamenti dell’esame di teoria della patente. Per alcuni, inoltre, ci può essere la possibilità di ricevere un bonus fino a 1.000 euro.

Da precisare che ancora non si ha una data certa di partenza. La norma con le modifiche è entrata in vigore dal 9 dicembre. Per la data ufficiale ci sarà bisogno di un decreto dirigenziale. Tale decreto dovrebbe verificarsi l’8 gennaio. Questo momento sarà cruciale per sapere da quando partiranno gli esami con la nuova forma.

La motivazione che ha spinto ad un cambiamento del genere è quella di recuperare gli arretrati. In sostanza, ci sono un numero troppo basso di esaminatori della Motorizzazione da una parte mentre dall’altra è anche una misura per contrastare il virus. Non ci resta a quali categorie si riferisce il nuovo provvedimento e come cambiano le regole.

Bonus Patente 2021, in arrivo 1000 euro: a chi spetta e condizioni

Patente: nuove regole e a quali categorie si riferiscono

Le modifiche, dunque, riguardano più aspetti. Quelle da segnalare per prime riguardano le categorie delle patenti. Come riportato da money.it, le modifiche non toccheranno camion e bus mentre lo faranno con motocicli e automobili. Le categorie di riferimento sono:

  • A1, A2, A: patentino per ragazzi di 16 anni per motociclo fino a 125 c cubici di cilindrata. 11 chilowatt di potenza e rapporto potenza/peso fino a 0,1 kW/kg; A2 si riferisce a motocicli con potenza massima a 35 kW e potenza/peso fino a 0,2 kW/kg; la A si riferisce a motocicli e tricicli;
  • B, B1 e BE: La prima si rivolge a quadricicli non legge; la B ad autoveicoli fino a 3,5 tonnellate; l’ultima ad autoveicoli leggeri con traino rimorchi non leggeri.

Nuovo Codice della Strada, le multe sono raddoppiate: meglio conoscere tutti i reati

Ora passiamo alle regole dell’esame di teoria. Fino a questo momento, l’esame è composto da 40 domande con un tempo di 30 minuti e massimo 4 errori a disposizione. Con il nuovo provvedimento le domande saranno 30 con un tempo massimo di 20 minuti e solo 3 errori concessi. L’esecuzione dell’esame sarà sempre uguale. Dunque, la postazione con un computer in cui ci saranno le domande apposite. Una novità, però, potrebbe essere rappresentata dal riconoscimento facciale. Una pratica che permetterebbe subito ai candidati di raggiungere la postazione e alla motorizzazione di fare più esami nella giornata.