Bonus patente 2021, in arrivo 1000 euro: a chi spetta e condizioni

Importante misura in arrivo con il decreto Infrastrutture riguardante il bonus patente 2021: come funziona, termini, condizioni e a chi spetta

Bonus patente 2021, in arrivo 1000 euro: a chi spetta e condizioni
Segnali stradali (fonte foto: Pixabay)

Attenzione sempre molto alta, comprensibilmente, quando si parla di misure economiche e vantaggiose, come nel caso del bonus patente 2021, una misura in arrivo con il decreto infrastrutture: ma ecco di cosa si tratta, quali sono le condizioni e i requisiti e a chi spetta.

Andando infatti nello specifico, si apprende da diversi siti che il decreto Infrastrutture ha introdotto un nuovo incentivo che è destinato agli under 35 che sono interessati a prendere la patente C e l’abilitazione per lavorare in qualità di autotrasportatore.

Un rimborso spese che può arrivare massimo alla cifra di 1000 euro e teso all’inserimento di giovani che possono essere interessati a svolgere la propria attività lavorativa incesto settore.

Quello in questione è dunque un bonus per la patente, sebbene legato al rilascio dell’attestazione di abilità alla guida e utilizzabile, nel senso del rimborso spese, fino a mille euro.

Vi sono dei requisiti e delle condizioni da rispettare per poterlo ottenere, ecco di quali si tratta.

Bonus patente 2021: a chi spetta? I requisiti

È dunque, come detto, comprensibilmente sempre molto alta l’attenzione quando si parla di misure economiche, proprio come in questo caso in cui, con il decreto Infrastrutture, sarebbe in arrivo il bonus patente 2021.

Il contributo, che viene riconosciuto sotto forma di rimborso spese a coloro che vogliono conseguire la patente C e le abilitazioni professionali tese a lavorare in qualità di autotrasportatore merci per conto di terzi, si legge su i-dome.com, può essere richiesto in alcune condizioni.

A richiederlo infatti possono essere i giovani under 35, i beneficiari del reddito di cittadinanza, e i percettori di ammortizzatori sociali, si legge su i-dome.com.

Su Contocorrenteonline.it, si legge inoltre, in merito al bonus, che la cifra rimborsabile non potrà essere superiore ai 1000 euro e, in ogni caso, al 50% delle spese documentate e presentate per ottenere il rimborso stesso.

Altra condizione importantissima è quella legata al fatto che l’interessato, per ricevere il bonus, dovrà dimostrare di aver stipulato, entro 3 mesi dalla patente C o dall’abilitazione CQC, si legge su i-dome.com, un contratto di lavoro con durata minima di 6 mesi con qualifica di conducente autotrasporto merce per conto di terzi.

LEGGI ANCHE >>> Auto usata da privato, attenzione a questi aspetti prima di acquistare

Sarà il Ministero della Infrastrutture e della Mobilità sostenibile a definire in un decreto i termini e le modalità ai fini della presentazione della domanda legata all’ottenimento del bonus. Dovrà infatti essere chiarita la modalità del rimborso, così come le procedure di richiesta ed eventuali altri dettagli.

È opportuno ed importante rivolgersi agli esperti per ottenere informazioni, chiarimenti per ogni eventuale dubbio ed approfondire la questione.