Nuovo codice della strada, le multe sono raddoppiate: meglio conoscere tutti i reati

La legge è piena di regole e dettagli. Il Codice della strada non è da meno. Andiamo a vedere tutti i reati previsti dalla legge.

Codice della strada, reati (AdobeStock)
Codice della strada, reati (AdobeStock)

La guida è sempre un momento molto delicato. Bisogna essere lucidi, concentrati e sempre attenti. Una minima distrazione può causare delle conseguenze davvero drammatiche. Molti illeciti del codice della strada vengono configurati come amministrativi. Le sanzioni riguardano multe, decurtazione dei punti sulla patente e fermo o rimozione del veicolo. Questi sono alcuni degli esempi di sanzioni per illecito amministrativo.

Il discorso cambia quando la dinamica di un incidente è dovuta ad altri fattori. In sintesi, quando il comportamento dell’automobilista è talmente grave da finire nel penale. Qui, inevitabilmente, le sanzioni sono molto più pesanti. I reati possono essere trovati sia nel Codice della strada sia in quello penale.

Uno degli esempio più noti è la guida in stato di ebbrezza. La differenza tra la multa e la sanzione peggiore sta nel tasso alcolico della persona. A questo punto, andiamo a vedere tutti i rea che sono previsti dalla legge. Li analizzeremo caso per caso.

Codice della strada: I reati più noti

Ogni momento di distrazione alla guida può rappresentare un problema drammatico non solo per se stessi. Ci sono diversi reati che, come riportati dal sito laleggepertutti, non tutti conoscono. Andiamo a vederli nel dettaglio:

  • Guida in stato di ebbrezza: la quantità di alcol ingerita può rappresentare un grosso guaio. Soprattutto se si supera la soglia di 0,8 grammi per litro. Questo è un reato molto al limite. Se si va tra gli 0,5 e gli 0,8 c’è l’illecito civile. Cosa che non vale per i neopatentati in cui la soglia deve essere 0,0. Per l’illecito civile la sanzione è tra i 543 e i 2170 euro più la sospensione della patente dai tre ai sei mesi. Se la quantità supera gli 0,8 con un valore inferiore all’1,5 la sanzione sarà tra gli 800 e i 3200. Con sospensione della patente tra i sei mesi e l’anno. Se si supera il tasso di 1,5 g/l ci può essere l’arresto dai sei mesi ad un anno. Più multa da 1500 a 6000 euro. Sospensione patente da uno a due anni e confisca del mezzo. La sanzione raddoppia se l’auto è di un’altra persona.
  • Guida sotto l’effetto di stupefacenti: In questo caso, il conducente colto in flagranza di reato rischia l’arresto dai sei mesi all’anno. Sanzione da 1500 a 6000 euro con sospensione della patente da uno a due anni. La situazione peggiore se si è neopatentati o recidivi.
  • Omissione di soccorso: L’omissione dopo un incidente prevede la reclusione da sei mesi a tre anni. È reato anche non fermarsi in caso di persone ferite. Anche quando il conducente non ha provocato l’incidente. La sanzione, in questo caso, prevede la reclusione da uno a tre anni.

Gli altri reati meno noti

Dopo quelli più noti, arrivano dettagli anche su quelli meno noti. In sintesi, non tutti possono conoscere tutti i reati che fanno parte del Codice della strada. Vediamo insieme gli altri reati previsi.

LEGGI ANCHE >>> Nuovo Codice della Strada, multe fino a 886 euro per questo brutto gesto

  • Gare clandestine: Anche questa è considerata una condotta illegale. Il rischio è la reclusione da sei mesi ad un anno con una sanzione dai 5000 ai 20000 euro. In caso di morte, la pena può andare dai sei ai dieci anni. Se ci sono feriti dai due ai cinque anni. Più la confisca del veicolo.
  • Materiale falso: In questo. il Codice della strada rimanda a quello penale. Si tratta di manomettere, falsificare o alterare targhe.
  • Omicidio stradale: Questo caso è più da Codice penale ma rientra anche in quello della strada. In presenza di reato la reclusione va dai due ai sette anni. Tempistiche che peggiorano se c’è la morte di una persona. Qui si va dai cinque ai dieci anni.