Super green pass e le altre novità: 6 dicembre la data da cerchiare

Super Green Pass, spostamenti e le novità a partire da lunedì sei dicembre: cosa cambia dalla prossima settimana, i dettagli

Super green pass e le altre novità: 6 dicembre la data da cerchiare
Smartphone (fonte foto: Pixabay)

Continuano a tener banco e a destare grande attenzione le novità portate dal decreto del 24 novembre in merito al Green Pass rafforzato o Super Green Pass, ma anche sugli spostamenti e su altri punti, con i cambiamenti che coinvolgeranno gli italiani a partire dalla prossima settimana, da lunedì sei dicembre.

Diversi i punti a cui prestare attenzione sul fronte restrizioni, per il mondo del lavoro e su altri aspetti, in seguito ad alcune modifiche alla normativa che sono state introdotte proprio dall’ultimo decreto.

A raccogliere alcuni di questi punti ci ha pensato Money.it con una guida contenente le novità introdotte che entreranno in campo dal sei dicembre e con un occhio anche alle feste di Natale.

Ma ecco, di seguito, di cosa si tratta in particolare.

Super Green Pass, controlli, mezzi pubblici e le altre novità: cosa cambia dal 6 dicembre

Tra i primi aspetti su cui soffermarsi in merito a quanto cambia dal sei dicembre, Money.it sottolinea che già in zona bianca il green pass rafforzato è reso obbligatorio per l’accesso ad alcuni servizi.

Si legge che il super green pass viene rilasciato soltanto dopo la vaccinazione o la guarigione avvenuta da meno di sei mesi, e servirà per accedere a spettacoli, eventi sportivi, ristorazione al chiuso, feste e discoteche, cerimonie pubbliche.

Nel caso del mancato rispetto di quanto stabilito dalla legge, Money.it spiega che sono previste multe che vanno da 400 a 1000 euro.

Un altro aspetto a cui prestare attenzione e di cui tanto si è discusso riguarda l’obbligo, dal sei dicembre, del green pass su tutti i mezzi pubblici, anche metro, bus e tram: in tal caso basterà avere il green pass ordinario.

A tal riguardo, è stato previsto anche un piano riguardante una stretta sui controlli, con la questione che continua a tenere banco.

A destare grande attenzione è anche il tema delle diverse zone riguardanti le regioni; in ottica aumento contagi, alcune potrebbero finire infatti in zona gialla e anche arancione, spiega Money.it. Al momento, in zona gialla vi è soltanto il Friuli Venezia Giulia, sebbene a questa dovrebbe essere aggiunta, a partire dalla prossima settimana, anche l’Alto Adige.

Altre novità potrebbero scattare in tal senso a seconda dell’andamento della situazione.

Obbligo vaccinale dal 15 dicembre: per quali categorie di lavoratori

Altro punto importante in merito ai cambiamenti riguarda l’obbligo vaccinale, che è stato introdotto a partire dal 15 dicembre per alcune categorie di lavoratori; in questo caso il green pass ordinario non basterà più ma vi sarà l’obbligo vaccinale.

Tale misura si applica al personale amministrativo della sanità, docenti e personale amministrativo della scuola, militari, forze di polizia, compresa la polizia penitenziaria, personale del soccorso pubblico, si legge su Quifinanza.it.

LEGGI ANCHE >>> Viaggi e alberghi, novità importanti: cosa cambia dal 6 dicembre?

In ogni caso ed a prescindere da tutto, è opportuno e fondamentale informarsi, aggiornarsi ed approfondire tutte le questioni inerenti le novità apportate e le relative sanzioni nel caso di mancato rispetto.

È importante consutare i siti degli enti preposti e gli esperti del settore e specialisti, al fine di chiarire ogni dubbio, rispettare tutto quanto stabilito dalla legge e muoversi nella massima sicurezza, approfondendo le misure sia in generale che nello specifico della propria situazione.