Risparmiare acqua è un imperativo categorico: ecco tanti buoni consigli per evitare sprechi

Risparmiare acqua è un’azione degna di un popolo civile. Rappresenta il chiaro segnale di rispetto per il bene più prezioso a disposizione.

Risparmiare acqua
Risparmiare acqua

Educazione al risparmio, cultura del rispetto dell’ambiente: non sono concetti banali né retorici, ma nascondono un profondo amore per le risorse che abbiamo a disposizione. E soprattutto celano una dedizione, una conoscenza delle “giuste azioni da compiere ogni giorno”, che ci distinguono in positivo dalla massa. Intenti che ognuno di noi dovrebbe contribuire nel suo piccolo a diventare concretezza, trasformando una comunità di singoli cittadini in un meccanismo costruito su sinergie perfette. Se ognuno guardasse solo ed esclusivamente alle sue necessità, senza badare alle conseguenze che le azioni sbagliate potrebbero avere sulla collettività, vivremmo nell’anarchia più totale. E presto, molto prima di quanto immaginiamo, i privilegi finirebbero per tutti.

Risparmiare acqua: piccoli gesti quotidiani per preservare il bene più prezioso

L’acqua è un bene preziosissimo e non ne abbiamo a disposizione scorte infinite. Questo si sappia. Solo la corretta gestione delle risorse idriche che abbiamo nelle mani e che valgono oro, possono permetterci di non andare incontro a vere e proprie catastrofi.

E’ fondamentale che tutti imparino a risparmiare acqua in casa per consentire che la velocità di prelievo non superi il tempo per la riproduzione e la crescita di questa risorsa che come detto non è inesauribile. E’ molto importante imparare a ridurre gli sprechi partendo dai piccoli gesti quotidiani per un consumo razionale e consapevole dell’acqua potabile che ha benefici tangibili sull’ambiente e sulla bolletta.

Chiudiamo gli occhi e immaginiamo “gli altri mondi”. Quelli dove l’acqua potabile è utopia, quelli dove si percorrono chilometri e chilometri a piedi per dissetare la famiglia. Ci sentiamo privilegiati, di fatto lo siamo, ma non possiamo trasformare un privilegio in un pericoloso boomerang che tornerà indietro e ci colpirà in pieno viso.

Le azioni di ogni giorno degne di una collettività che ragiona in chiave futura

Ecco una serie di azioni, di interventi, di accorgimenti “intelligenti” che dimostreranno la nostra maturità. Il profondo rispetto verso noi stessi e gli altri.

Vediamo quali interventi possiamo adottare all’interno delle nostra mura domestiche

Chiudere i rubinetti mente ci si lava i denti o ci si rade. Questa semplice accortezza permette di risparmiare 6 litri d’acqua ogni minuto.

Diminuire il tempo della doccia. E’ davvero bello perdere un po’ di tempo sotto il getto d’acqua calda ma bisogna tenere presente che ogni minuto passato nella doccia consuma dai 6 ai 10 litri d’acqua, pertanto è molto importante stare attenti al tempo che utilizziamo per lavarci, tenendo presente questo dato forse riusciremo anche ad arrivare più puntuali al lavoro.

Fare attenzione alla cassetta del water. Quelle tradizionali hanno una capacità di 12 litri ma i modelli in commercio permettono di scegliere tra un getto da 6 e uno da 12 a seconda delle necessità, per un risparmio idrico di circa 26.000 litri di acqua all’anno.

Preferire la doccia al bagno. Grazie a questa accortezza è possibile diminuire del 75% il consumo d’acqua.

Installare rubinetti areati. Consentono di risparmiare acqua pur mantenendo la stessa pressione e dimezzando i consumi.

Riparare i rubinetti che gocciolano. Con l’intervento di un idraulico in pochi minuti si può risolvere un problema che causa la perdita di 21.000 litri di acqua all’anno per ogni rubinetto.

Utilizzare l’acqua del deumidificatore o del condizionatore per il ferro da stiro. Oltre a risparmiare sulla bolletta quest’accortezza allunga la vita dell’elettrodomestico essendo completamente priva di calcare.

Sostituire i vecchi elettrodomestici con modelli “Energy star”. Le nuove lavatrici e lavastoviglie consentono di risparmiare il 50% d’acqua e di regolare la quantità erogata in base al carico.

Chiudere l’acqua mentre ci facciamo la doccia e ci insaponiamo: ricordi i consigli della nonna?

Fare lavatrice e lavastoviglie solo a pieno carico. Quest’accortezza comporterà un risparmio di elettricità di diminuire i consumi d’acqua di 8200 litri all’anno.

Scongelare gli alimenti all’aria o in una bacinella. L’abitudine di lasciarli sotto l’acqua corrente spreca sei litri al minuto.

Riutilizzare l’acqua tolta dalla vasca dei pesci. Si può usare per annaffiare le piante in quanto è ricca di sostanze fertilizzanti, oltre a risparmiare acqua vedrete il vostro giardino crescere rigoglioso come non mai.

Installare una vasca per la fitodepurazione in giardino. Con questo sistema un piccolo depuratore naturale dalle sembianze di una semplice aiuola filtrerà le acque nere e grigie per restituire risorse idriche da riutilizzare per l’irrigazione del giardino. Una pianta adatta a questo tipo di depurazione è la cannuccia di palude, che cresce grazie alle sostanze che sottrae alle acque sporche.

Risparmiare acqua: parola d’ordine evitare sprechi inutili

Mettere una coperta galleggiante sulla piscina. Ricordandosi di coprire la piscina quando non si utilizza si rallenta l’evaporazione, permettendo di risparmiare da 1000 a 4000 litri d’acqua al mese in base alla zona climatica e alla grandezza della vasca.

Controllare regolarmente il contatore. Permette di fare attenzione ai propri consumi, a risparmiare acqua e ad accorgersi in tempo di eventuali perdite.

LEGGI ANCHE >>> Squid Game, arriva la truffa: attenzione a questa criptovaluta

Quando si parte per un viaggio più o meno lungo chiudere il rubinetto centrale. Per evitare di sprecare moltissima acqua in caso di guasti agli impianti e di provocare danni a mura e strutture.

E adesso siamo pronti a diventare grandi risparmiatori d’acqua?