Facebook, consumo elevato dati e batteria? L’opzione che molti ignorano

Cosa fare se si registra un consumo elevato di dati e batteria dello smartphone con l’app di Facebook? Un’opzione che molti non sanno

Facebook, consumo elevato dati e batteria? L'opzione che molti ignorano
Smartphone (fonte foto: AdobeStock)

Lo smartphone è ormai diventato un compagno di viaggio fisso e presente per moltissimi utenti, che in alcuni casi potrebbero rivelare un consumo elevato di batteria e/o di dati: cosa fare in questi casi per quanto riguarda Facebook e l’app?

In virtù dei progressi fatti dalla tecnologia, la comunicazione, lo scambio dei contenuti, l’informazione e tanti tanti altri aspetti sono ormai facilitati e alla portata di tutti o quasi sul proprio smartphone.

Da alcuni lo smartphone viene utilizzato anche in ambito lavorativo, in generale per condividere momenti, comunicazioni, contenuti con amici, familiari, colleghi e molto altro ancora.

Proprio perché così utilizzato, vi sono un paio di elementi a cui gli utenti spesso prestano attenzione, il primo dei quali riguarda il livello di batteria.

Come spiega Proiezionidiborsa.it, l’utilizzo dei social network, di largo uso sui telefoni cellulari è ormai diffuso, che si tratti di Facebook, Instagram o altri ancora; e proprio Facebook è una di quelle maggiormente utilizzate, con tantissimi che giorno dopo giorno scorrono la bacheca, guardano le condivisioni, leggono notizie e così via.

Facebook, consumo batteria e dati sullo smartphone: l’opzione che potrebbe aiutare

Un utilizzo davvero intenso dei social network da parte degli utenti, con le app scaricate e presenti su tantissimi smartphone, basti pensare a Facebook o Instagram, per citarne solo un paio.

Le stesse app che hanno un determinato consumo in batteria e che sono aperte e chiuse diverse volte nell’arco della giornata.

Si pensi ad esempio ad un utente medio che si trova, durante il giorno, ad accedere all’app di Facebook cliccandoci sopra, dando un’occhiata, svolgendo varie operazioni e così via.

Un’operazione questa che può arrivare ad essere svolta anche decine o più di volte al giorno .

Tutto ciò, tra le altre cose, e insieme alle altre app e alle varie operazioni svolte dal telefono, comporta un consumo in batteria, ma non solo. A risentire di alcune operazioni a cui in molti non prestano attenzione è anche il traffico dati, come spiega proiezionidiborsa.it, in riferimento alla riproduzione automatica dei video.

Scorrendo in bacheca infatti, qualora ci si accorgesse che le clip e i contenuti video partano automaticamente via via che si scorre il dito, l’operazione da fare sarà quella di andare nelle impostazioni, pigiando sulle tre linee in alto a destra. Occorrerà poi andare in “impostazioni e privacy” e su “impostazioni“.

A questo punto, dopo aver pigiato sulla voce “contenuti multimediali“, l’app di Facebook consente all’utente di interagire con l’opzionenon riprodurre mai i video automaticamente”.

LEGGI ANCHE >>> Whatsapp, importanti novità: funzionalità attesissima in arrivo?

In questo modo sarà possibile risparmiare un po’ di batteria, sebbene vada specificato che si può al contempo leggere “Quando hai poca batteria, la riproduzione dei video viene interrotta automaticamente”.

L’utente può scegliere cosa fare, così come l’app permette inoltre anche di consentire la riproduzione automatica “sui dati mobili e Wi-Fi” oppure “Solo su Wi-Fi”.