Come scegliere migliore offerta gas?

Con il rincaro bollette, i consumatori cercano la migliore offerta per la propria casa. Vediamo come trovare la migliore offerta gas.

Perché sono aumentate le bollette? I motivi del rincaro di luce e gas
Bollette (fonte foto: AdobeStock)

I consumatori si sono trovati davanti la recente notizia dell’aumento delle bollette. Soprattutto per quanto riguarda luce e gas. Una notizia che ha scatenato un certo malcontento ma che è stata parzialmente ammorbidita dal Governo con un investimento da 3 miliardi.

Inevitabile che, a questo punto, sia partita la corsa a cercare l’offerta più conveniente per la propria casa. Esistono, anche se siamo in una fase iniziale, delle offerte che permettono di avere nella stessa bolletta luce, gas e internet casa.  In questo caso ci occuperemo su come trovare la tariffa più adeguata a noi.

Come scegliere l’offerta gas più conveniente

Il rincaro delle bollette ha spinto i vari consumatori a cercare la soluzione migliore per le loro abitazioni. Ci sono tante cose da considerare prima di procedere alla sottoscrizione di un contratto. Inevitabile quindi prendere tutto il tempo necessario prima di affondare su un fornitore in particolare. Ecco cosa si deve considerare prima di scegliere.

  • Confrontare le tariffe: Sul mercato libero ci sono diversi fornitore che cambiano condizioni periodicamente. Quello da considerare sono il prezzo al metro cubo e i servizi di vendita.
  • La scheda di confrontabilità: la scheda serve per confrontare le tariffe del mercato libero con quelle di maggior tutela. Si può trovare sui siti dei fornitori del mercato libero. Nel documento si vedranno le condizioni economiche delle offerte del mercato libero.
  • Analizzare i consumi: Per scegliere accuratamente bisogna vedere i propri consumi annui che sono espressi in metri cubi. Ci potrebbero essere offerte con sconti importanti in base al consumo. La voce sulla bolletta è “consumo annuo“.
  • La bolletta elettronica: sceglierla da la possibilità di non avere costi aggiuntivi dettati dal cartaceo. Il cartaceo fa aumentare la spesa di ben 12 euro all’anno.
  • Pagamento con RID: questo è preferibile ai bollettini postali ed evita di non avere bollette non pagate. Tale metodo è gratis, alcune offerte richiedono proprio questo pagamento e non c’è il deposito cauzionale scegliendo l’addebito bancario.

Solo pochi indicatori per garantirsi una scelta consapevole. Il rincaro impone una scelta del genere per non gravare troppo sulle spese generali. Il resto è legato all’attenzione nei calcoli e alla disponibilità del consumatore.

Bonus Gas come riceverlo

LEGGI ANCHE >>> Quali bollette aumentano? Ecco tutto quello che c’è da sapere sui rincari

Intanto, c’è anche un bonus gas da poter usufruire. Il bonus è uno sconto in bolletta per le famiglie numerose, con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.00 euro. Oppure che hanno un reddito ISEE non superiore a 7.500 euro. Ed è possibile fare domanda con la documentazione necessaria.