Digitale terrestre, quali canali tv non si vedranno più da oggi?

Da oggi inizia il passaggio dei televisori in alta definizione (HD). Ecco quali sono i canali che non si vedranno più con il digitale terrestre.

Digitale terrestre (AdobeStock)
Digitale terrestre (AdobeStock)

Dal 20 ottobre, moltissime persone non vedranno più alcuni canali nel proprio televisore, sia per quanto riguarda la Rai che Mediaset. Non c’è nessun disguido o guasto, semplicemente da oggi inizia quel passaggio tecnologico all’alta definizione, ovvero all’HD. La scomparsa dei canali, però, è facilmente risolvibile.

Se possiedi un televisore oppure un decoder compatibile con l’HD, dovrai solamente risintonizzare i canali. Se, invece, i tuoi dispositivi non sono compatibili dovrai comprare o una tv o un decoder in HD. Per quest’ultima opzione, lo Stato ha messo a disposizione per i cittadini un bonus per l’acquisto.

Questo passaggio all’HD, oppure tecnicamente alla codifica Mpeg-2 all’Mpeg-4, è solamente la prima parte di un procedimento più complesso: sistema Dvb-T al Dvb-T2. La tv, infatti, vedrà un secondo e definitivo passaggio entro gennaio 2023, dove tutti i canali (e quindi non solo alcuni) saranno definitivamente spenti e passati all’HD.

Entro quella data, quindi, avremo il nuovo digitale terrestre, dove i “vecchi” canali non si vedranno. Anche in questo caso, avremmo bisogno di un decoder per la tv oppure di una nuova televisione.

Digitale terrestre, i canali Rai che non si vedranno più

Per quanto riguarda i canali Rai, il nostro sguardo deve ricadere su quelli tematici che avranno il formato Mpeg-4, ovvero HD. In totale, sono nove canali che non vedremo più: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola.

Nessuna modifica, invece, per i principali canali (Rai 1, Rai 2 e Rai 3) e per Rai News 24. Questi citati continueranno ad essere trasmessi nel formato originario, almeno fino a quando non ci sarà il secondo passaggio.

Digitale terrestre, i canali Mediaset che non si vedranno più

Per quanto riguarda, invece, la piattaforma Mediaset, anche in questo caso ci sono dei sei canali che non non vedremo più. Si tratta di TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV.

Continueremo a vedere i principali tre canali della rete (Canale 5, Italia 1 e Rete 4) e poi anche Iris, Canale 20, Cine34, Focus, La 5, Mediaset Extra, Top Crime, Boing e Cartoonito. Anche in questo caso, fino al passaggio definitivo entro gennaio 2023.

Come faccio a capire se il mio dispositivo è compatibile con HD?

Per capire se il nostro decoder o la nostra televisione è compatibile con l’alta definizione il primo test da fare è quello di mettere su un canale in HD, ad esempio 501 (Rai 1 in HD) oppure 505 (Canale 5 in HD).

Se riceviamo un segnale da uno di questi canali vuol dire che il nostro dispositivo è compatibile con l’aggiornamento. In questo caso non ci resta che risintonizzare i canali. Se non riceviamo alcun segnale, dobbiamo provvedere all’acquisto di un decoder o una tv.

Ma non finisce qui. E’ possibile capire, per avvantaggiarci, se il nostro decoder o la nostra tv è compatibile con il passaggio definitivo all’alta definizione. In poche parole se è capace di decodificare i nuovi segnali. Anche in questo caso è facilmente da capire con un test velocissimo.

LEGGI ANCHE >>> Digitale terrestre niente più Rai e Mediaset: ecco quando, le date

Dopo aver messo sul canale 100 o 200, se appare la scritta “Test HEVC Main10” vuol dire che il nostro dispositivo è perfettamente compatibile con la nuova tecnologia. Se, invece, appare una schermata nera, vuol dire che bisogna fare un nuovo acquisto perché non è compatibile.