Polexit: la Polonia contro l’Europa: ecco cosa potrebbe accadere

La Polonia è pronta ad una mossa che cambierebbe alcuni equilibri europei. Potrebbe esserci una Polexit che avrebbe del clamoroso.

Polexit (AdobeStock)
Polexit (AdobeStock)

L’Europa intera è rimasta scottata dall’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Una mossa politica che molti non credevano fosse possibile ma che, alla fine, si è realizzata tramite un referendum. Il popolo britannico si divise molto ma alla fine il 52% decise di uscire dall’Unione Europea.

Ora potrebbe essere un altro caso. La Nazione di riferimento per un probabile nuovo caso è la Polonia. Tutto partirebbe, come riportato dall’Adnkronos, dalla sentenza della Corte Suprema polacca che ha sancito la superiorità delle leggi polacche rispetto a quelle dell’Unione Europea.

Una sentenza che ha lasciato molti esponenti europei di sasso. Una decisione che potrebbe innescare un conflitto con la sede di Bruxelles. Il nocciolo della questione sarebbe quello in cui la Corte europea di giustizia risulterebbe coinvolta nei meccanismi legislativi polacchi. Questo, seguendo il giudizio della Corte, sarebbe una violazione delle norme che assegnano la priorità alle norme e alla Costituzione interne.

Polexit: la risposta dell’Unione Europea

Non è tardata ad arrivare la risposta dell’Unione Europea. Ad annunciarla è stata il presidente della Commissione Europea Ursula Von Der Leyen. Ecco la sua risposta: “Useremo tutti i poteri che abbiamo in base ai trattati per assicurare il prima del diritto Ue su quelli nazionali, incluse le disposizioni costituzionali. È quello che tutti gli Stati membri dell’Ue hanno sottoscritto, come membri dell’Unione Europea”.

Nonostante la preoccupazione, il presidente ha dato mandato di analizzare rapidamente la sentenza. In base alla risposta dovuta alle verifiche, ci saranno le prossime mosse dell’Unione Europea. Ha così continuato Ursula von Der Leyen: “La nostra priorità è assicurare che i diritti dei cittadini polacchi vengano protetti e che godano dei benefici dell’appartenenza all’Ue”.

LEGGI ANCHE >>> Salvini “accoglie” Albania e Serbia, ma poi attacca l’Europa e il Governo

In chiusura, il presidente della Commissione Europea ha chiarito di come i trattati siano chiari. E le sentenze della Corte di Giustizia siano vincolanti per gli Stati membri, cosa che riguarda anche i tribunali nazionali. Un caso che è destinato a far discutere e che potrebbe cambiare alcuni scenari europei.