Pensione INPS, occhio alla scadenza per non perdere l’assegno

Un appuntamento importante a cui prestare attenzione per i pensioni in merito alla Pensione Inps: c’entra l’assegno

Pensione INPS, occhio alla importante scadenza per l'assegno
Pensione Inps (AdobeStock)

Il tema della pensione Inps è un argomento molto importante e di interesse per tantissimi italiani, a maggior ragione quando vi sono delle scadenze e dei termini da rispettare: è il caso del giorno 15 settembre, l’ultimo giorno utile per poter inviare la dichiarazione reddituale.

Come si evince da trading.it, quello in questione è infatti è il giorno utile e qualora non si inoltri l’invio in tempo, l’INPS procede alla revoca delle prestazioni con il recupero delle somme percepite in modo indebito.

I pensionati sono infatti tenuti a presentare la dichiarazione reddituale, il modello RED dove sono mostrati i redditi percepiti, e se previsto dalla normativa, anche quelli del coniuge e dei figli che sono parte del nucleo familiare.

Bisognerà dunque prestare attenzione agli assegni sociali, trattamenti di famiglia, maggiorazioni sociali sulla pensione, pensioni sociali, assegno di invalidità civile, somma aggiuntiva.

Pensione INPS e modello RED: chi deve inviarlo e come

Il tema e la tematica della pensione è sempre, comprensibilmente, di grande interesse per moltissimi cittadini, in particolar modo quando si parla di scadenze e termini da tenere d’occhio.,

Importante data di scadenza da rispettare, quella dunque inerente alla Pensione INPS, con il modello RED che va presentato all’INPS entro e non oltre il 15 settembre del 2021, come detto.

Ma chi sono coloro a cui spetta presentare tale certificazione?

Come si legge su trading.it, tale invio della certificazione spetta ai possessori di redditi che non sono dichiarati nella dichiarazione annuale poiché esenti oppure esclusi. A chi ha solo reddito da pensione ma la cui situazione è cambiata in confronto a quella presentata precedentemente.

Vi sono persone che non hanno l’obbligo di presentare la dichiarazione dei propri redditi annuali ma che hanno in aggiunta altri redditi. Spetta poi anche a specifici tipi di reddito, come lavoratori occasionali, autonomi, co.co.co. ecc.

Su Trading.it si legge che l’invio della documentazione mediante modello RED che ha scadenza il 15 settembre non spetta a chi ha già comunicato mediante il 730 o Redditi PF, o a chi non percepisce altro che redditi da pensione e non vi sono state variazione in confronto all’anno precedente.

Per quel che concerne invece l’invio del modello, questo deve avvenire mediante due modi, ovvero il sito INPS legato alle credenziali SPID, CNS, CIE, e tramite CAF o patronato.

LEGGI ANCHE >>> Pensione e Inps, come andarci prima? Le condizioni per anticiparla

Come viene riportato da trading.it, qualora non venga presentato il modello nei termini stabiliti, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale provvede a sospendere la prestazione per circa 60 giorni. Oltre tale periodo, ove mai il pensionato non avesse risolto la situazione inviando il modello, a quel punto avviene la sospensione definitiva della stessa.

Si ricorda che è possibile entrare in contatto con il Contact Center Inps per avere maggiori informazioni in merito alla compilazione e l’invio della documentazione.