Assicurazione auto, la soluzione per risparmiare esiste: come trovarla

È sempre alta l’attenzione di chi possiede un veicolo sul poter risparmiare sull’assicurazione auto: la soluzione a cui in pochi pensano, di cosa si tratta

Assicurazione auto: la soluzione per risparmiare a cui in pochi pensano
Auto costo (fonte foto: Adobe Stock)

C?è sempre una grande attenzione da parte di tutti coloro che posseggono un veicolo sulla possibilità di poter magari risparmiare un po’ in merito ai costi derivanti dall’assicurazione delle auto: un piccolo ma prezioso rimedio, che spesso non si considera può aiutare. Ecco di cosa si tratta.

Stando ai dati IVASS per quel che riguarda la spesa media annua per la RCA, questa si aggira per poco meno di 400 euro ad autoveicolo; una cifra destinata a salire all’incirca fino ad euro 590 nei caso in cui siano previste altre coperture assicurative accessorie.

Tale cifre riportare riflettono la spesa media, ma talvolta questi numeri crescono e non di poco, quando si prendono in oggetto alcune specifiche regioni.

La domanda che in molti si pongono, dunque, è se è possibile risparmiare rispetto a tale voce di costo. Un rimedio in questo senso potrebbe esserci e potrebbe tornare utile.

LEGGI ANCHE >>> Attenti alle auto, stanno per diventare rosse: arriva la sabbia dal Sahara

Assicurazione auto, come fare per risparmiare? La possibilità che potrebbe aiutare

Ci sono alcuni punti su cui vertono i preventivi per l’assicurazione delle auto, come ad esempio l’età, l’esperienza al volante, il tasso di incidentalità ed altri ancora. Tali punti sono fondamentali quando si parla di assicurazione.

Di solito, all’incirca un mese prima della scadenza dell’assicurazione, la compagnia invia il preventivo di rinnovo insieme all’attestato di rischio. Ciò che l’utente può fare anzitutto e a cui spesso non ci si pensa, è fare un confronto con ciò che il mercato può offrire.

L’utente può accedere al portale tuopreventivatore.it, un servizio pubblico offerto dall’Istituto Vigilanza sulle Assicurazioni; dopo l’eventuale registrazione e quindi l’inserimento di dati, è possibile visualizzare diversi preventivi delle compagnia per 60 giorni.

A questo punto si possono scegliere quelli che si ritengono essere i più convenienti, sfoltendo la lista; accedendo al sito delle stesse, l’utente può chiedere un preventivo in quella sede. Talvolta infatti i risultati possono esseri diversi rispetto al sito.

Vanno tenuti d’occhio alcuni punti, come i massimali previsti dall’assicurazione, o l’eventuale o meno presenza della clausola inerente allo scoperto di franchigia.

LEGGI ANCHE >>> Inps: i 7 dolori che danno diritto alla pensione di invalidità

Arrivati a questo punto, quando il quadro si è fatto un po’ più definito, l’utente potrebbe in questo caso confrontare le varie proposte e i vari preventivi e chiedere alla propria compagnia di aver preso visione di un preventivo migliore, qualora i risultati di quelli confrontati siano più convenienti.

Potrebbe dunque arrivare una proposta di sconto, e la medesima risposta potrebbe arrivare anche dalle altre assicurazioni in oggetto. Una opzione questa, che richiede un po’ di pazienza ma che potrebbe, in caso positivo, portare ad un risparmio sul costo.