Diana de Feo, chi era la moglie di Emilio Fede, età, malattia, cause morte

È scomparsa oggi 23 giugno, a Napoli, la moglie di Emilio Fede, Diana de Feo: chi era la giornalista ed ex politica

Diana De feo, chi era la moglie di Emilio Fede, età, malattia, cause morte
Emilio Fede e Diana, Fonte foto: Rai Play

Arriva la tragica e triste notizia del lutto di Diana de Feo, la moglie del noto giornalista e conduttore televisivo Emilio Fede, avvenuta oggi, 23 giugno, nel pomeriggio: chi era la giornalista ed ex politica.

Una notizia molto brutta per il noto personaggio, quella inerente alla scomparsa della moglie, avvenuta a Napoli, e in particolare sulla collina del Vomero.

La coppia era legata da circa 57 anni in matrimonio, e Diana De Feo nello scorso settembre, stando a quanto riportato da Il Messaggero, aveva subito un intervento delicato; quest’ultima si stava dunque sottoponendo ad un periodo di riabilitazione prima che avvenisse, purtroppo, la sua morte.

Diana De Feo moglie Emilio Fede: chi era, età, altezza, peso, vita privata

  • Nome: Diana De Feo
  • Data di nascita: 9 marzo 1937;
  • Età al decesso: 84 anni;
  • Partner: Emilio Fede;
  • Professione: giornalista, ex politica.
  • Luogo di nascita: Torino, Piemonte.
  • Altezza: ignoto;
  • Peso: ignoto.

Diana Carla Carmela de Feo, la moglie di Emilio Fede, nasce a Torino, nella Regione Lombardia, il 9 marzo del 1937; pertanto, al momento del decesso, quest’ultima aveva 84 anni.

La famiglia della moglie di Enrico Fede aveva origine napoletane, e lei era la figlia di un giornalista, storico, e capo ufficio stampa di Comitato di Liberazione Nazionale. La de Feo viveva nella città partenopea, stessa località dove è scomparsa il 23 giugno 2021.

LEGGI ANCHE >>> Emilio Fede, grave lutto per lui: addio a sua moglie Diana

Diana De Feo carriera giornalistica e attività politica

Stando a quanto noto, quest’ultima era una giornalista professionista, la cui iscrizione all’Ordine dei giornalisti del Lazio avvenne nel 1966.

È stata una brillante carriera, quella avuta in tanti anni di professione dalla De Feo, che ha collaborato dal ’76 per circa 20 anni con la rubrica quotidiana del TG1 Almanacco del giorno dopo, mentre prima si era affermata nella redazione “Cronache del lavoro e dell’economia”.

Diana è stata inoltre inviata speciale del TG1.

Accanto alla carriera nel mondo del giornalismo, Diana de Feo si è affermata anche nel mondo della politica; candidata alle politiche del 2008, venne eletta in Senato, nella Regione Campania e nella lista del PDL; successivamente invece annunciò di non voler ricandidarsi in Parlamento.

Diana De Feo, la vita privata della moglie di Emilio Fede: matrimonio e figli

Per quel che concerne la vita privata di Diana de Feo, è noto che la giornalista ed ex politica, era legata al noto personaggio Emilio Fede. La coppia di colleghi, infatti, si era sposata diversi anni or sono, nel 1965; dal loro amore e da loro legame sono nate le due figlie, Sveva e Simona.

“Era la mia vita” è stato il commento toccante, addolorato e molto triste del marito, con cui ha condiviso tantissimi anni, affidato ad Italpress.

LEGGI ANCHE >>> Lutto per Berlusconi: la terribile notizia ha colto tutti di sorpresa

Diana De Feo, la morte all’età di 84 anni

Diana De Feo si è spenta all’età di 84 anni nella città di Napoli, sembra a seguito di una malattia con cui stava combattendo. I funerali dovrebbero tenersi nella giornata di domani, nella città partenopea.

La notizia, purtroppo arrivata, della scomparsa della moglie di Emilio Fede ha toccato anche il mondo della politica, con messaggi di cordoglio che stanno arrivando in tal senso.

Ad esempio, su Twitter, è Renato Brunetta a scrivere un messaggio: “Si è spenta l’amica Diana de Feo. La malattia ha portato via con sé una giornalista di lunga fama e una collega straordinaria, eletta senatrice del Pdl in Campania nel 2008. Sono vicino ad Emilio e alle figlie Simona e Sveva. A loro va un mio affettuoso e sentito abbraccio“.

Come lui, anche Gianfranco Rotondi, che dà l’addio a Diana De Feo, parlando di lei come di una “dolcissima collega e consorte amatissima di Emilio Fede”.