Roberto Mancini e la fede: cosa significa credere per il CT Azzurro

Roberto Mancini non ha mai fatto mistero della sua fede, pur esibita sempre con discrezione. Ma cosa significa “credere” per il CT Azzurro?

Roberto Mancini (GettyImages)
Roberto Mancini (GettyImages)

Qual è il rapporto con la fede del CT della nazionale di calcio italiana Roberto Mancini con la fede? La sfera della spiritualità, lambita dalle domande di poche interviste e scandita da poche dichiarazioni, è più importante di quanto non si possa immaginare per l’ex allenatore di Inter, Lazio e Manchester City.

La religione e la fede hanno finito per assumere un peso preponderante fin dall’inizio della sua adolescenza, facendo da sostegno e da serbatoio morale nelle traversie e nello sport. Un faro, che ha preso a brillare anche più luminosamente con i suggestivi (e controversi) racconti Medjugorie.

Fede e religione secondo Roberto Mancini

Secondo Roberto Mancini, che si definisce assiduo cattolico praticante e seguace del messaggio cristiano-evangelico, avere fede significa innanzitutto improntare la propria vita al rispetto degli altri. La pace tra le persone della variegata comunità umana deve essere l’obiettivo quotidiano di ogni buon cristiano, secondo il CT azzurro. Ha dichiarato: «penso che la religione debba essere libera per chiunque, può aiutare molto nei momenti difficili».

Un rapporto ravvicinato quello con la Chiesa, letteralmente: la casa genovese di Mancini, ancora bambini, era adiacente ad un oratorio, che frequentava spesso. Racconta di essersi recato da sempre a messa tutte le domeniche, con profonda convinzione. Convinzione vacillata in un breve periodo alla fine dell’adolescenza.

Il costante riferimento a valori e pratiche ereditate dall’esperienza di fede ha molto aiutato Mancini nella carriera da giocatore e da allenatore, facendo da baricentro alle pulsioni più distruttive e favorendo naturalmente lo spirito di gruppo.

Il segreto dei successi sportivi di Mancini, non ultimi quelli alla guida degli Azzurri, sta forse nel suo ancoraggio a valori che coltiva con così tanta convinzione? É Sicuramente parte del tutto.

LEGGI ANCHE >>> Roberto Mancini spiazza tutti e rivela: “ho visto la Madonna”

Più “controverse” le dichiarazioni in merito ai presunti avvistamenti mariani in sogno oppure al santuario bosniaco di Medjugorie. Il CT ha raccontato di esservisi recato più volte sotto indicazione della sua parrocchia genovese, e di aver interpretato le veggenti del santuario. Dopo le prime visite, le visioni.

«Prima di andare mi è apparsa in sogno, non ho proprio la minima idea. Ci siamo parlati diverse volte», aveva dichiarato a Pier Luigi Diaco lo scorso Gennaio.

Entra nel gruppo offerte di lavoro, pensioni, bonus, invalidità - 104 e news